La Natura in posa per il Wildlife Photographer of the Year 2013

Il consueto concorso fotografico Wildlife Photographer of the Year, indetto dal National History Museum di Londra e da BBC Worldwide, è giunto alla 49esima edizione. Quest'anno le foto sono circa 43 mila, provenienti da 93 Paesi, tutte in lizza per uno dei premi più ambiti dai fotografi naturalisti di tutto il mondo. In attesa dei vincitori, che verranno annunciati a ottobre, pubblichiamo una selezione degli scatti più affascinanti.
Guardate anche le foto degli anni scorsi:
La natura si mette in mostra - Natura selvaggia e meravigliosa - Spettacolari scatti di natura - L’Oscar della natura 2008.

Il più alto di questi due funghi misura soltanto 30 centimetri, ma l'illusione ottica provocata dalla tecnica della doppia esposizione li trasforma in giganteschi abitanti di una foresta incantata. Eppure non siamo in una favola, ma in un bosco della regione di Gravena, in Grecia.

Illusioni, sovrapposizioni e scherzi della fotografia

Ogni anno tra luglio e settembre milioni di salmoni rossi emigrano dal Pacifico verso le fresche acque del lago vulcanico Kuril, nell'estremo oriente russo. Per l'occasione, gli orsi bruni della Kam?atka si preparano alla pesca. Valter li ha osservati a lungo, diventando quasi uno di loro. La perseveranza gli ha regalato questo scatto avvincente.

Aiuto, un grizzly si è mangiato la videocamera!

Un gorilla di montagna con i suoi piccoli nel Parco Nazionale dei Vulcani in Ruanda. Questa mamma gorilla ha ripreso a nutrire i gemellini, subito dopo aver allontanato un maschio di gorilla spuntato dalla foresta. Per questo, il suo viso è ancora teso, mentre i piccoli pasteggiano pacificamente. Il gorilla di montagna è una specie in pericolo, principalmente a causa della distruzione del suo habitat.

L'autoscatto del macaco sorridente

È la fine dell'inverno e come ogni anno i rospi riemergono dal letargo e tornano nei loro stagni. Eccone due, fotografati a Solling, Germania occidentale.

Il rospo estinto "resuscitato"

Il Parco Nazionale di Corcovado, sulla costa del Pacifico in Costa Rica, è raggiungibile soltanto in barca o per via aerea. L'autore della foto si trovava lì, quando ha sentito un gran baccano vicino alla spiaggia. Osservando il mare, si è accorto che un enorme coccodrillo stava per divorare una tartaruga. Ha fatto appena in tempo a scattare questa immagine, prima che il coccodrillo sparisse dirigendosi verso la foce del fiume.

I 12 più temibili predatori dei sette mari

Un esemplare di dugong è disturbato, come spesso accade, da turisti e snorkelers nella baia di Marsa Alam, in Egitto. Come se non bastasse, i dugong sono in pericolo a causa dell'urbanizzazione della costa, che distrugge le praterie sottomarine da cui dipende la loro esistenza.

13 incontri inaspettati in fondo al mare

Varanasi, nel nord dell'India, è una delle più antiche città mai esistite. Da centinaia di anni i macachi rhesus vivono a stretto contatto con i suoi abitanti umani. Anche all'interno dei templi questi animali vengono nutriti, come in una sorta di rituale. Ecco uno scatto in cui le vite parallele di uomini e animali si incrociano e si sovrappongono.

Sono pazzi questi primati!

In una serata di luglio l'autore di questo scatto ha incrociato durante una passeggiata un topolino delle risaie ed è riuscito a immortalarlo un istante prima che fuggisse. «L'incontro è stato breve ma straordinario» ha detto Etienne.

Due leoni zuppi d'acqua nel Parco Nazionale di Serengeti, in Tanzania. Per questi animali la pioggia non è fastidiosa come si potrebbe pensare. Quando l'acqua scarseggia, infatti, ci si può abbeverare leccandosi la pelliccia.

Ci è voluta un'intera giornata di appostamenti e osservazioni in questo stagno nei dintorni di Varsavia. Ed ecco finalmente un bellissimo rospo che emerge dall'acqua, nella luce soffusa del tramonto.

Non perdete altre incredibili foto naturalistiche:
Europa selvaggia - Premio Asferico - Emozioni selvagge - Gli specialisti della Natura.

Il più alto di questi due funghi misura soltanto 30 centimetri, ma l'illusione ottica provocata dalla tecnica della doppia esposizione li trasforma in giganteschi abitanti di una foresta incantata. Eppure non siamo in una favola, ma in un bosco della regione di Gravena, in Grecia.

Illusioni, sovrapposizioni e scherzi della fotografia