Natura

La natura? Cos'era?

Continuando ad abitare in ambienti artificiali, i bambini non sapranno più che cos'è un ambiente incontaminato.

La natura? Cos'era?
Continuando ad abitare in ambienti artificiali, i bambini non sapranno più che cos'è un ambiente incontaminato.

Una discarica di rifiuti chimici: restare continuamente a contatto con paesaggi degradati,  fa dimenticare che abbiamo bisogno anche degli  ambienti incontaminati.
Una discarica di rifiuti chimici: restare continuamente a contatto con paesaggi degradati, fa dimenticare che abbiamo bisogno anche degli ambienti incontaminati.

Una volta i bambini passavano la maggior parte del loro tempo a contatto con la terra e gli animali. Ora invece, almeno per quanto riguarda una buona parte dei Paesi occidentali, non sanno più che cos'è la natura, un fenomeno che ptorebbe portare a un progressivo peggioramento delle nostre condizioni di vita. Peter Kahn, docente di psicologia all'università di Washington (Usa), sostiene infatti che continuare a vivere in città, o in ambienti artificiali, porti gradualmente a dimenticare gli ambienti naturali.
Amnesia pericolosa. Kahn ha coniato il termine amnesia generazionale: generazione dopo generazione, man mano che i bambini diventeranno adulti, sarà sempre più difficile che sappiano riconoscere l'importanza di un luogo incontaminato. E ciò renderà ancora più grave il degrado ambientale. I bambini considerano naturale l'ambiente in cui vivono e lo spazio in cui fanno le loro prime esperienze sensoriali diventa punto di riferimento. Da adulti utilizzeranno ciò che hanno conosciuto da piccoli come parametro di riferimento. In particolare, per quanto riguarda l'ambiente, si serviranno per esempio del ricordo del paesaggio al quale erano abituati, per giudicare l'eventuale grado di degrado di un territorio. E se il luogo in cui sono cresciuti era artificiale, o altamente contaminato, difficilmente capiranno se e come intervenire per consentire ad animali e piante di sopravvivere.

(Notizia aggiornata al 19 febbraio 2003)

3 febbraio 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us