Natura

La foto del blob "alieno" trovato in Canada, spiegata

L'ammasso gelatinoso simile a un cervello è in realtà una colonia di utili invertebrati, che agiscono da filtro dell'acqua, e passano la maggior parte delle volte inosservati.

Avrete forse circolare sul web questa foto di un oggetto viscido e dalla superficie ondulata, di aspetto simile a un cervello, ritrovato nell'area della Lost Lagoon, all'interno dello Stanley Park di Vancouver (Canada).

A metà agosto, un'addetta della Stanley Park Ecology Society ha scorto la massa marroncina emergere dall'acqua della laguna, ritiratasi con la bella stagione, e l'ha esaminata per poi scoprire che lo specchio d'acqua pullula di strutture simili.

Non uno, ma tanti. Di che cosa si tratta? Quella che vedete è una colonia di Pectinatella magnifica, piccoli invertebrati marini del phylum dei Briozoi (Bryozoa). Un ovale gelatinoso come questo, che si trova in genere ancorato a fondali rocciosi o fangosi (dai quali non andrebbe rimosso), è formato da centinaia di singoli elementi ermafroditi lunghi al massimo mezzo millimetro - gli zooidi - che si riproducono in genere in maniera asessuata.

Un buon segno. Testimonianze fossili indicano che questi organismi sono diffusi da almeno 470 milioni di anni. Sono anche molto utili: si nutrono di plancton e altre microscopiche particelle organiche che trovano nell'acqua. La loro presenza indica quindi un lago ben filtrato e con acque pulite.

6 settembre 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us