Prima e dopo Sandy: le foto della devastazione sulla costa del New Jersey

L'arrivo di Sandy ha inciso profondamente sulla vita di molti americani, ma le tracce del suo passaggio rimangono scolpite anche nel paesaggio: i satelliti della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) hanno fotografato l'aspetto della costa orientale del New Jersey prima e dopo la tempesta. E le immagini parlano da sole.

Guarda anche l'uragano Sandy visto dalla ISS nello spazio
e le foto della tempesta perfetta su New York. Guarda anche le false foto diffuse su Twitter e la gallery Sandy affonda il Bounty, le foto e il video del salvataggio dell'equipaggio.

Il paesaggio della costa orientale del New Jersey è mutato profondamente, anche se nessun geologo si sbilancerebbe nel dire che si tratta di un cambiamento irreversibile, dato che stiamo parlando di un'area costiera costituita di sabbia.

In particolare le foto, scattate dal Remote Sensing Division of the National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), mostrano la zona di Mantoloking, una striscia di terra che separa il continente dall'oceano aperto.

Questa foto risale al marzo 2007. Mostra l'isola, nota meta turistica, nel tratto in cui è collegata alla terraferma da un ponte: quando fu inaugurato nel 2005, il Mantoloking Bridge costò circa 25 milioni di dollari (oltre 19 milioni e 600 mila euro). Al passaggio dell'uragano è stato ricoperto di sabbia, detriti di case e acqua marina, e le autorità sono state costrette a chiuderlo perché lo considerano instabile.

Questa foto è stata scattata invece il 31 ottobre 2012: interi blocchi di case sulla Ocean Boulevard, la via principale dell'isola, sono stati danneggiati o completamente spazzati via dall'acqua e dal vento. Le condutture del gas sono state rotte e alcune hanno preso fuoco. L'uragano ha addirittura tagliato l'isola a metà, aprendosi un varco che collega l'Atlantico al Jones Tide Pond, all'interno della baia.

Il paesaggio della costa orientale del New Jersey è mutato profondamente, anche se nessun geologo si sbilancerebbe nel dire che si tratta di un cambiamento irreversibile, dato che stiamo parlando di un'area costiera costituita di sabbia.

In particolare le foto, scattate dal Remote Sensing Division of the National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), mostrano la zona di Mantoloking, una striscia di terra che separa il continente dall'oceano aperto.