Italia ricchissima. Di specie

Presentato dall'Ispra il rapporto su specie e habitat in Italia: un'enciclopedia sullo stato di salute della natura nel nostro Paese.

ispra
|

È stato presentato lo scorso 27 febbraio, dall'Ispra, L'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, il rapporto su specie e habitat in Italia. È un vero e proprio compendio di quanto accade ai monti, ai boschi, alle piante e agli animali che popolano gli ecosistemi italiani, e sono importanti per l'Europa: "Specie e habitat di interesse comunitario: distribuzione, stato di conservazione e trend" rappresenta infatti tutto quello che c'è da sapere sullo stato della nostra natura. Non solo sulle singole specie, ma anche e soprattutto su come queste convivano in ecosistemi diversi e estremamente vari.

Un lavoro colossale. Il rapporto ha coinvolto decine e decine di zoologi, botanici ed ecologi italiani, e ha prodotto 572 schede di valutazione dello stato di conservazione e 634 mappe di distribuzione per alcune delle specie italiane che l'Europa ritiene interessanti, per varie ragioni. Per gli habitat sono state invece prodotte 262 schede e 262 mappe di distribuzione. Il tutto per obbedire alle richieste della Commissione Europea che, con la Direttiva Habitat, voleva avere un quadro generale delle specie più importanti nella natura in Europa.

L'analisi dei dati e la valutazione delle conclusioni del rapporto richiederà tempo, ma possiamo anticipare che - in generale - per ambiente e specie i segnali non sembrano positivi. Per chi vuole accedere direttamente al rapporto, ecco il link alla pagina del sito dell'Ispra dove si può scaricare il documento (pdf, 22 MB).

Sul tema della biodiversità, vedi anche:

 

Lepidotteri: oasi per farfalle a Milano
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

Safari fotografico tra le isole Galapagos
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

Gli specialisti della Natura
VAI ALLA GALLERY (N foto)

 

4 marzo 2014