In vacanza sul vulcano

Trascorrereste qualche giorno di vacanza all'ombra (o sulle pendici) di un vulcano? In questa gallery una selezione di 9, tanto irrequiete quanto meravigliose montagne da visitare come turisti.
Guarda anche: Un viaggio tra i vulcani più grandi del mondo - Il vulcano indonesiano che di notte si tinge di blu - E quello che somiglia a Marte

etnareu_rtxkuehth_120982143reu_rtr24fodislandath_119407808strombolith_472017129th_451296101Approfondimenti
etna

La maggior parte delle volte ammiriamo le loro colate di lava da un angolo tranquillo dell'ufficio, seduti alla quiete della scrivania. Ma alcuni imponenti vulcani danno il meglio di sé se vissuti in prima persona. E quando l'attività eruttiva non permette di farlo senza rischi, si può sempre optare per una vacanza alla loro ombra. In questa e nelle prossime foto, 9 vulcani da cartolina che potrebbero ispirare i vostri prossimi progetti vacanzieri.

Non potevamo che iniziare dal vulcano italiano per eccellenza: l'Etna ('A Muntagna, per i siciliani), da poco diventato Patrimonio dell'Umanità. Ogni anno il rilievo siciliano, a 3.350 metri sul livello del mare, è raggiunto da 200 mila turisti, che si avventurano sui suoi sentieri per ammirarne i paesaggi lunari, la fauna a rischio estinzione e - d'inverno - la cima ricoperta di neve.

Tutte le più belle foto dell'Etna

reu_rtxkueh

Nella foto, il vulcano Pacaya, a 30 chilometri a sudovest da Città del Guatemala: nonostante sia in piena attività (l'ultima fase eruttiva risale alla primavera 2014) la montagna di 2.552 metri è una popolare meta turistica. Le agenzie turistiche prenotano escursioni su questo rilievo, che sono però rigorosamente sospese quando le eruzioni si fanno più violente.

Durante i processi eruttivi, sui suoi fianchi si formano talvolta fiumi di lava, che attirano folle di turisti e curiosi da tutto il mondo. Ma avvicinarsi a questi corsi incandescenti potrebbe costare la vita, avvertono i geologi locali.

th_120982143

Il Sakurajima, un vulcano della prefettura di Kagoshima, in Giappone, è talmente irrequieto che avventurarsi sui suoi sentieri è severamente vietato. Visto da debita distanza, però, è a dir poco spettacolare: le colonne di cenere che erutta nei periodi di più intensa attività si innalzano anche per cinque chilometri in atmosfera, creando flussi di particelle cariche che agevolano la formazione di lampi proprio sopra alla sua cima. Il parco in cui si trova, quello di Kirishima-Yaku, è caratterizzato dalle abbondanti fioriture dei ciliegi ed è una popolare meta turistica.

Altre belle foto di vulcani (guarda)

reu_rtr24fod

Undici vulcani circondano la città di León, in Nicaragua: il più apprezzato dai giovani turisti, però, è il Cerro Negro, 700 metri circa di quota. Il motivo è intuibile da questa foto: la fine sabbia nera del vulcano permette di scivolare sulle pendici della montagna con la tavola, un incrocio tra il surf e lo snowboard noto come sandboarding. Bisogna, però, coprirsi molto bene, per proteggere pelle e occhi dalla ghiaia finissima e pungente.

Surf sulle dune e altri sport da pazzi

islanda

La maggior parte di noi associa il suo nome all'eruzione record del 2010, che paralizzò il traffico aereo di mezza Europa. Ma l'Eyjafjallajökull, il vulcano islandese ricoperto dall'omonimo ghiacciaio, è uno dei più spettacolari al mondo da visitare: ironia della sorte, lo si può ammirare dall'alto durante uno dei tanti voli in elicottero organizzati sopra di esso. In barba alle ceneri che qualche anno fa fecero cancellare centinaia di rotte aeree.

I più suggestivi paesaggi islandesi visti dall'alto
Vulcani e ghiacciai islandesi all'uncinetto

th_119407808

Il vulcano più attivo delle Filippine - il Monte Mayon - è probabilmente anche il più fotogenico: il suo cono modellato da decine di eruzioni (50 solo negli ultimi 400 anni) ha una forma perfettamente simmetrica. Ma la sua geometrica armonia non deve trarre in inganno: la montagna è infatti particolarmente insidiosa se avvicinata in periodi di intensa attività eruttiva.

L'eruzione più famosa rimane comunque quella del 1814, la più distruttiva di sempre, che ricoprì interamente di cenere la vicina città di Daraga. L'anno successivo eruttò anche il Monte Tambora, in Indonesia, e la quantità di materiali vulcanici immessi in atmosfera fu tale da determinare, due anni dopo, un brusco calo della temperatura atmosferica mondiale (il 1816 fu chiamato "l'anno senza estate", per la difficoltà della luce solare a penetrare in atmosfera).

stromboli

Doppio arcobaleno sullo Stromboli: il vulcano delle isole Eolie (Sicilia), uno dei più attivi al mondo, regala ai turisti che pernottano sull'isola un panorama mozzafiato e il rumore del materiale piroclastico che rotola lungo la Sciara del fuoco - uno dei fianchi del vulcano - per gettarsi in mare. Uno spettacolo per occhi e orecchie che non ha pari al mondo.

th_472017129

Il vulcano Villarrica, in Cile, è uno degli stratovulcani più scalati del mondo, e uno dei cinque vulcani al mondo noti per avere, all'interno del loro cratere, un lago di lava. Le escursioni sui fianchi di questa montagna, alta 2860 metri, sono organizzate da guide professioniste, e interrotte nel caso di scarsa visibilità o nei periodi di più intensa attività del vulcano. I più avventurosi possono sorvolare il suo cratere con l'elicottero e fare bungee jumping sopra al suo lago di lava.

Tutti i laghi più strani del mondo (guarda)

th_451296101

Il vulcano Cotopaxi (Ecuador), uno dei più alti del mondo con i suoi 5.872 metri, non erutta da alcune decadi (anche se la zona in cui sorge è stata anche in anni recenti interessata da attività sismica). Non è difficile immaginare, quindi, che sia diventato uno dei luoghi preferiti dagli escursionisti, che si avventurano fino alla sua cima anche per sciare e fare bird watching. Qui vive, infatti, un particolare colibrì dal capo viola particolarmente bello da avvistare e fotografare, l'Oreotrochilus chimborazo.

La maggior parte delle volte ammiriamo le loro colate di lava da un angolo tranquillo dell'ufficio, seduti alla quiete della scrivania. Ma alcuni imponenti vulcani danno il meglio di sé se vissuti in prima persona. E quando l'attività eruttiva non permette di farlo senza rischi, si può sempre optare per una vacanza alla loro ombra. In questa e nelle prossime foto, 9 vulcani da cartolina che potrebbero ispirare i vostri prossimi progetti vacanzieri.

Non potevamo che iniziare dal vulcano italiano per eccellenza: l'Etna ('A Muntagna, per i siciliani), da poco diventato Patrimonio dell'Umanità. Ogni anno il rilievo siciliano, a 3.350 metri sul livello del mare, è raggiunto da 200 mila turisti, che si avventurano sui suoi sentieri per ammirarne i paesaggi lunari, la fauna a rischio estinzione e - d'inverno - la cima ricoperta di neve.

Tutte le più belle foto dell'Etna