In barca a remi attraverso il Passaggio a Nordovest

Ottanta giorni a pagaiare, senza remi né motore, in acque che fino a qualche anno fa sarebbero state ingombre di ghiacci: l'obiettivo? Mostrare gli effetti del global warming.

rowboat_exped-460x276
L'equipaggio ai blocchi di partenza: questa coppia dovrà remare per 4 ore di fila. Photo credit: Mainstream Last First

Quattro uomini, una barca e una missione da compiere in 80 giorni: attraversare il Passaggio a Nordovest, la rotta che va dall'Oceano Atlantico all'Oceano Pacifico attraverso l'arcipelago artico del Canada, con la sola forza delle loro braccia e in una singola stagione.

L'equipaggio irlandese e canadese, salpato il 1 luglio da Inuvik, nei Territori del Nordovest in Canada, e diretto a Pond Inlet, nel Nunavut, vuole sensibilizzare l'opinione pubblica sulla drammatica situazione dei ghiacci artici, il cui scioglimento permette oggi quello che qualche anno fa sarebbe stato proibitivo anche per una nave rompighiaccio.

Il tragitto di 3058 chilometri sarà compiuto su una barca a remi lunga 8 metri, senza l'ausilio di motori né vele: a muovere l'imbarcazione saranno i 4 avventurieri che remeranno a coppie in turni di 4 ore ciascuno. Tra una pagaiata e l'altra l'equipaggio sta già effettuando riprese video del paesaggio circostante e aggiornando un blog sul Vancouver Sun in cui si racconta passo per passo la spedizione (attualmente bloccata da un vento che soffia implacabile a 30 nodi).

Oltre al vento, la missione potrà essere ostacolata da pantani di ghiaccio (che potrebbero anche danneggiare la barca) e dagli orsi polari che i 4 sperano di allontanare con speciali dissuasori sonori. Nel loro viaggio i rematori si propongono di incontrare le comunità che il global warming ha messo più in crisi: popolazioni residenti nei territori artici canadesi costrette a migrare per la crescente scarsità di cibo.

Dai ghiacci artici 10 meraviglie da salvare

Nel settembre 2007, i ghiacci artici hanno raggiunto il massimo livello di scioglimento da quando, trent'anni prima, sono iniziate le rilevazioni da satellite. Da allora occasionalmente, d'estate, il transito navale è possibile anche in quest'area, a nord del Canada.

Ti potrebbero interessare anche:

Le piscine di ghiaccio sciolto della Groenlandia: le foto
Drammatica la situazione dei ghiacci artici
Dallo Spazio la mappa dello spessore dei ghiacci al Polo Nord
I poli si scaldano perché "troppo puliti"

La mappa del percorso previsto per la spedizione. Photo credit: Mainstream Last First

12 Luglio 2013 | Elisabetta Intini