Natura

Impollinazione: la strategia di una pianta carnivora

I giochi di equilibrio di una pianta - che solo di recente si è scoperto essere carnivora - tra la necessità di essere impollinata e quella di nutrienti.

Il falso asfodelo (Triantha occidentalis), pianta tipica della costa occidentale del nord America, cresce in aree paludose e povere di nutrienti. Nota dal 1879, è sempre stata considerata una pianta da fiore, ma un recente studio ha portato alla luce la sua vera natura, rimasta finora curiosamente celata: perché la Triantha è una pianta insettivora - tra l'altro, la prima identificata negli ultimi 20 anni - caratterizzata da una particolare soluzione predatoria, che è anche il motivo per cui era sfuggita alla classificazione di "carnivora". Lo studio è stato pubblicato su PNAS.

Piccoli ed eleganti fiori bianchi richiamano ogni genere di insetti, ma per alcuni sono appunto solamente un richiamo: grazie ai peli ghiandolari vischiosi la Triantha cattura le sue prede in trappole appiccicose in prossimità dei fiori.

Cacciatrice selettiva. «Ciò che rende unica questa pianta carnivora è il fatto che intrappoli gli insetti in prossimità dei fiori, non al loro interno, che resta riservato agli impollinatori», spiega Qianshi Lin (University of British Columbia, Canada), coordinatore della ricerca: «una strategia rischiosa da un punto di vista evolutivo, visto il conflitto tra la dieta carnivora e la necessità di impollinazione della pianta. Non vuoi uccidere gli insetti che permettono la tua riproduzione...»

«La Triantha è però in grado di bilanciare questi due fattori», afferma Tom Givnish (University of Wisconsin-Madison, USA): «poiché i suoi peli ghiandolari non sono molto appiccicosi, possono intrappolare solamente moscerini e altri insetti di piccole dimensioni, permettendo la fuga a quelli più grandi, ad esempio impollinatori come api e farfalle.» Lo studio, che ha preso spunto da un'altra, più ampia ricerca sulla genetica delle piante carnivore, suggerisce che potrebbero esserci molte altre specie vegetali simili e ancora in attesa di essere scoperte.

31 agosto 2021 Lorenzo Ruben Rampa
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us