Il signore dei fiumi

Guardatelo bene. A una prima occhiata potrebbe sembrare una pozzanghera iridescente, o una goccia di sapone al microscopio. Invece i colori che vedete sono quelli, variamente combinati al...

bangladesh_web
Il delta del fiume Gange, tra Bangladesh e India, fotografato da satellite.
Guardatelo bene. A una prima occhiata potrebbe sembrare una pozzanghera iridescente, o una goccia di sapone al microscopio. Invece i colori che vedete sono quelli, variamente combinati al satellite, del più grande delta di fiume del mondo: la foce del Gange, tra Bangladesh e India. Un'area di 350 chilometri in cui si incrociano terra, acqua e detriti portati non solo dal sacro fiume ma anche da altri due corsi d'acqua dell'Asia, il Meghna e il Brahmaputra. È in questa zona così ricca che si trova la più imponente foresta di mangrovie del pianeta: quella di Sundarbans ("magnifica foresta" in lingua Bengali) dove si nasconde la famigerata Tigre del Bengala (Panthera tigris tigris).
01 Gennaio 2001 | Elisabetta Intini

Codice Sconto