Focus

La natura a stelle e strisce nelle foto dello Smithsonian

In occasione del 50esimo anniversario del Wilderness Act, il caposaldo della conservazione del patrimonio naturalistico americano, lo Smithsonian’s National Museum of Natural History ha inaugurato una mostra fotografica che celebra la natura e la fauna selvaggia degli States. Ecco le foto più belle.

"Selvaggia, incontaminata, libera": è la natura così come appare nelle foto che state per vedere, realizzate per il concorso Wilderness Forever indetto dallo Smithsonian, l'istituto di istruzione e ricerca finanziato dal governo degli Stati Uniti. Il concorso vuole celebrare la bellezza delle riserve naturali americane. Qui, i giochi di due volpi rosse nel Denali National Park and Preserve, in Alaska.

Il photo contest vuole celebrare i 50 anni dalla firma del Wilderness Act, il trattato che nel 1964 per la prima volta ha definito il concetto di "wilderness" come natura non contaminata dalla presenza umana. Il provvedimento protegge oggi 758 aree in 44 stati americani, più Portorico. Qui, il Sole sorge dietro a una nube lenticolare, nel Mount Hood Wilderness, in Oregon.

Alcuni cuccioli di capra delle nevi (Oreamnos americanus), forse impauriti da tuoni e lampi, nell'area naturale selvaggia del Monte Evans, Colorado.

Il Sole al tramonto sottolinea gli intricati disegni naturali scolpiti nel Paria Canyon, nell'area naturale di Vermilion Cliffs, in Arizona.

L'autore di questa foto ha solo 18 anni ma ha vinto il primo posto nella categoria dedicata ai paesaggi. Thomas Goebel ha immortalato le "tre sorelle", tre vicine cascate all'interno delle Proxy Falls, in Oregon.

Il pasto a base di salmone di un orso bruno (Ursus arctos), nel Katmai National Park and Preserve, in Alaska.

La Via Lattea sopra Second Beach, nella Olympic Wilderness (Washington).

L'aurora sopra alle rocce dell'area naturale di Bisti/De-Na-Zin, nel New Mexico. A causa dei forti venti, racconta l'autore dello scatto, queste zone di luce nel cielo si spostano molto velocemente. L'effetto, per un osservatore, è simile a quello delle aurore boreali.

Sembra quasi di percepire il silenzio che avvolge la Valley of Solace, nella Yosemite Wilderness, in California. Le foto più belle del concorso rimarranno esposte fino alla prossima estate nel Museo di Storia Naturale dello Smithsonian a Washington.

Un'aquila di mare testa bianca (Haliaeetus leucocephalus) nell Glacier Bay Wilderness Area in Alaska. La foto si è classificata al primo posto nella categoria "Wilderness".

Le Grandi Dune di Sabbia nell'omonima riserva in Colorado. Notevole il contrasto con la minuscola sagoma umana che cammina sui rilievi.

Sembrano tante cattedrali disseminate nel bosco, queste piante del genere Tillandsia fasciculata fotografate nella Palude dei cipressi, all'interno della Marjory Stoneman Douglas Wilderness, in Florida.

Lo sguardo schivo e il corpo quasi preistorico di un alligatore americano (Alligator mississippiensis) nella Marjory Stoneman Douglas Wilderness, in Florida.

Una canoa al tramonto, nella Boundary Waters Canoe Area Wilderness, in Minnesota.

Una passeggiata nella Frank Church-River of No Return Wilderness, in Idaho.

"Selvaggia, incontaminata, libera": è la natura così come appare nelle foto che state per vedere, realizzate per il concorso Wilderness Forever indetto dallo Smithsonian, l'istituto di istruzione e ricerca finanziato dal governo degli Stati Uniti. Il concorso vuole celebrare la bellezza delle riserve naturali americane. Qui, i giochi di due volpi rosse nel Denali National Park and Preserve, in Alaska.