Natura

I cimiteri urbani sono pieni (anche) di vita

Incredibilmente i cimiteri delle nostre città sono un concentrato di vita: un'oasi di biodiversità che dà rifugio anche a molte specie selvatiche.

I cimiteri sono, per loro stessa natura, luoghi tranquilli e silenziosi dove si rende omaggio ai defunti e dove regna quindi la morte. Questo almeno dal nostro punto di vista: per molti animali, al contrario, un camposanto è un'oasi di vita all'interno di un ambiente urbano. Si tratta di luoghi accoglienti e anche protetti, che diventano quindi habitat preziosi e possono persino diventare un centro di diffusione per specie aliene. Lo dice uno studio pubblicato su MDPI, che cita anche l'esempio di una chiocciola di nazionalità italiana, ormai felicemente "domiciliata" a Berlino.

Il caso della chiocciola. Si tratta di Hygromia cinctella, una specie originaria della regione mediterranea e molto diffusa anche nel nostro Paese, tanto da essere conosciuta in inglese come Italian girdled snail, la chiocciola cintata italiana. Nello studio si legge che popolazioni di questo mollusco sono state ritrovate in due dei più grossi cimiteri di Berlino (la città dov'è stata condotta la ricerca), Wilmersdorf e Buschkrugallee. In un paio di cimiteri più piccoli, invece, sono stati ritrovati solo esemplari singoli, il che potrebbe significare che la colonizzazione sta iniziando, oppure che quei luoghi non sono adatti alle chiocciole, forse perché non c'è abbastanza spazio. Rimane comunque il fatto che una specie aliena, che non si ritrova nel resto della città, ha stabilito la sua nuova residenza in due cimiteri.

Tutelare i cimiteri. Perché? Il motivo è semplice: i cimiteri sono aree ad alta biodiversità. Una caratteristica che a noi umani piace molto, e uno dei motivi (sempre stando allo studio) per i quali ci piace passeggiare tra le lapidi: un sondaggio che ha coinvolto migliaia di berlinesi ha stabilito che le tre caratteristiche che preferiscono dei cimiteri sono "solitudine", "vegetazione" e "fauna".

Oasi di vita. Una risposta particolarmente interessante riguarda gli alberi morti, che nei cimiteri sono considerati "di casa" e dunque meritevoli di conservazione: il fatto che siano anche potenziali habitat per moltissime specie diverse è solo un ulteriore vantaggio. Lungi dall'essere solo luoghi di morte, dunque, i cimiteri sono anche oasi di vita e biodiversità, e, dicono gli autori dello studio, andrebbero trattati come tali, con politiche mirate di conservazione e tutela di flora e fauna.

6 gennaio 2024 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us