Natura

I batteri alleati delle piante carnivore

​I migliori amici delle divoratrici di insetti sono microrganismi che riducono la tensione superficiale dell'acqua, e fanno annegare le prede. Un'accoppiata diabolica.

Come se il soprannome di "pianta cobra" non fosse, da solo, abbastanza terrificante, la Darlingtonia californica, una pianta carnivora statunitense simile, nell'aspetto, a un serpente, può contare su una schiera di aiutanti invisibili per catturare le sue prede.

Gli stessi batteri che l'aiutano a digerire gli insetti, infatti, le danno una mano anche a intrappolarli, diminuendo la tensione superficiale del liquido in cui i poveretti si trovano (e facendoli così affogare prima).

Pozzo infernale. Il vegetale cattura le prede in una foglia modificata a forma di tubo, l'ascidio, riempita con un liquido secreto dalla pianta. In origine questa letale piscina, protetta dall'acqua piovana, è limpida e pulita, ma dopo una settimana, per effetto dei batteri che degradano gli insetti, diventa torbida, marroncina e maleodorante.

Impossibile galleggiare. David Armitage dell'Università di Notre Dame nell'Indiana ha ricreato in laboratorio queste trappole liquide aggiungendo a normale acqua il fluido delle Darligtonia, più alcuni grilli morti. Dopo un mese, il liquido aveva la stessa, bassa tensione superficiale di quello all'interno delle piante cobra.

A questo punto il ricercatore ha creato una serie di altre trappole con un fluido sempre più diluito, e vi ha introdotto alcune formiche. Gli insetti sono annegati subito in tutte le provette, tranne che in quelle prive dei batteri, in cui sono rimasti a galla più a lungo.

Aiuto interessato. Per Armitage, questi microbi si comportano in modo simile a quelli presenti nell'intestino dei mammiferi e nello stomaco degli erbivori. Digeriscono, ma in più, per assicurarsi di avere cibo, danno una mano a eliminare in fretta le prede.

28 novembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us