Natura

I batteri alleati delle piante carnivore

​I migliori amici delle divoratrici di insetti sono microrganismi che riducono la tensione superficiale dell'acqua, e fanno annegare le prede. Un'accoppiata diabolica.

Come se il soprannome di "pianta cobra" non fosse, da solo, abbastanza terrificante, la Darlingtonia californica, una pianta carnivora statunitense simile, nell'aspetto, a un serpente, può contare su una schiera di aiutanti invisibili per catturare le sue prede.

Gli stessi batteri che l'aiutano a digerire gli insetti, infatti, le danno una mano anche a intrappolarli, diminuendo la tensione superficiale del liquido in cui i poveretti si trovano (e facendoli così affogare prima).

Pozzo infernale. Il vegetale cattura le prede in una foglia modificata a forma di tubo, l'ascidio, riempita con un liquido secreto dalla pianta. In origine questa letale piscina, protetta dall'acqua piovana, è limpida e pulita, ma dopo una settimana, per effetto dei batteri che degradano gli insetti, diventa torbida, marroncina e maleodorante.

Impossibile galleggiare. David Armitage dell'Università di Notre Dame nell'Indiana ha ricreato in laboratorio queste trappole liquide aggiungendo a normale acqua il fluido delle Darligtonia, più alcuni grilli morti. Dopo un mese, il liquido aveva la stessa, bassa tensione superficiale di quello all'interno delle piante cobra.

A questo punto il ricercatore ha creato una serie di altre trappole con un fluido sempre più diluito, e vi ha introdotto alcune formiche. Gli insetti sono annegati subito in tutte le provette, tranne che in quelle prive dei batteri, in cui sono rimasti a galla più a lungo.

Aiuto interessato. Per Armitage, questi microbi si comportano in modo simile a quelli presenti nell'intestino dei mammiferi e nello stomaco degli erbivori. Digeriscono, ma in più, per assicurarsi di avere cibo, danno una mano a eliminare in fretta le prede.

28 novembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

ll ritratto, le scoperte, il viaggio sul brigantino Beagle di Charles Darwin, il grande naturalista che riscrisse le leggi della vita e sfidò il pensiero scientifico e religioso del suo tempo. E ancora: la mappa delle isole linguistiche in Italia, per capire dove e perché si parla cimbro, occitano, grecanico o albanese; niente abiti preziosi, gioielli e feste: quando l'ostentazione del lusso era vietata; ritorno a Tientsin, un angolo di Cina “made in Italy”.

ABBONATI A 29,90€

La scienza sta già studiando il futuro di chi abiterà il nostro Pianeta. Le basi lunari e marziane saranno il primo step per poi puntare a viaggi verso stelle così lontane da richiedere equipaggi che forse trascorreranno tutta la vita in astronavi-città. Inoltre: quanto conta il sesso nella vita di coppia; i metodi più efficaci per memorizzare e ricordare; perché dopo il covid l'olfatto e il gusto restano danneggiati. E come sempre l'inserto speciale Focus Domande&Risposte ricco di curiosi quesiti ai quali rispondono studi scientifici.

ABBONATI A 29,90€
Follow us