Gli 11 luoghi più caldi della Terra

Per rompere la monotonia delle giornate invernali, ecco alcune località in cui il termometro tocca vette che credevamo impossibili. Al limite della sopravvivenza umana e animale.
Vivere sotto zero: guarda anche i luoghi più freddi del Pianeta

con_h_13.01361140_webisraele3127473651_4eb5c2726b_bcon_h_13.01390446_web283848main_pia11084_fullkebilitimbuktumalifrancosimonmarussisergihillApprofondimenti
con_h_13.01361140_web

Con il freddo di febbraio nelle ossa, non vediamo l'ora che arrivi la bella stagione. Ma in alcuni luoghi della Terra l'inizio dell'estate è un appuntamento temuto, con il termometro che schizza a temperature insopportabili. Riscaldiamoci un po' con le foto di alcune delle località con il clima più torrido e inospitale del pianeta.

Dallol, Etiopia. La cittadina nella depressione di Afar, nel nord est dell'Etiopia, vanta la temperatura media annuale più alta mai registrata. Dal 1960 al 1966, la media annuale è stata di 34,4 °C, mentre le temperature diurne salivano ben oltre i 37 °C. Ma in questa landa ormai disabitata (era popolata negli anni '60 in quanto regione mineraria) il calore non viene solo dall'alto. La regione è piena di vulcani e sorgenti idrotermali spesso acide che si trasformano in trappole mortali per la fauna e talvolta per l'uomo.

israele

Tirat Zvi, Israele. Questo kibbutz si trova nella valle di Beit She'an, 220 m sotto il livello del mare. Anche se il fiume Giordano rende fertile la zona, d'estate qui il Sole batte implacabile. Nel 1942, si raggiunse in questo fazzoletto di terra la temperatura più alta registrata nell'emisfero orientale: 53,8 °C. Per sfuggire alla calura gli abitanti si circondano di piscine naturali e pergolati di piante.

3127473651_4eb5c2726b_b

Badlands, Australia. Questo territorio nel cuore dell'Outback australiano del Queensland, è talmente disabitato da rendere superflua la necessità di stazioni meteorologiche. Tuttavia, nel 2003 - un anno particolarmente secco a causa delle ricadute di El Niño - un satellite della NASA ha registrato in questa località una temperatura di 69,2 °C.

con_h_13.01390446_web

El Azizia, Libia. Il 13 settembre 1922 in questa località a sudovest di Tripoli fu registrata la più alta temperatura mai misurata sulla Terra: 58 °C. Il record è stato mantenuto per 90 anni fino a quando, nel 2012, non si scoprì che quella misurazione era stata sovrastimata di 7 °C rispetto alla temperatura reale. La città rimane comunque caldissima, con temperature che superano tranquillamente i 48 gradi nelle giornate estive.

Death Valley, Stati Uniti. A strappare il record a El Azizia, nel 2012, è stata la Valle della Morte, nel Deserto del Mojave, in California. Qui, nel luogo più basso (rispetto al livello del mare) asciutto e torrido degli Stati Uniti, è stata registrata la temperatura più alta della Terra: 56,6 °C. Il caldo micidiale non impedisce alla fauna selvatica di sopravvivere. Di notte, ad animare il mortorio della valle pensano roditori, volpi, linci rosse.
20 stratagemmi animali per sopravvivere nel deserto

283848main_pia11084_full

Rub' al Khali, Penisola Arabica. Il più grande deserto di sabbia ininterrotto del Pianeta copre un terzo della Penisola Arabica, e si estende su Arabia Saudita, Oman, Yemen ed Emirati Arabi Uniti. Non c'è da stupirsi quindi se le temperature qui raggiungono facilmente i 56 °C, e la piovosità annua è tipicamente inferiore ai 30 mm annui. Questo luogo (qui in una foto da satellite) è talmente inospitale che fino al 2013 non era mai stato attraversato a piedi dall'uomo, senza supporto: ci è riuscito un team sudafricano, che ha impiegato oltre un mese per percorrere un migliaio di km.

kebili

Kebili, Tunisia. Turisti e popolazione locale si rifugiano qui per scappare alla calura estiva: lo fanno perché in quest'oasi nel deserto del Sahara ci sono palme e acqua per rinfrescarsi, ma le temperature sono tutto, fuorché basse. Il termometro ha raggiunto in alcune occasioni i 55 °C, tra le temperature più alte registrate in Africa. Ciò nonostante, l'area è accogliente e l'uomo la abita da almeno 200 mila anni. Le foto dei deserti più belli del mondo

timbuktumali

Timbuktu, Mali. Qui il problema è la desertificazione. Le dune del Sahara avanzano verso la città un tempo culla della cultura islamica, e le sue vie sono spesso sommerse dalla sabbia soffiata dal vento. Il termometro può oltrepassare i 54 °C, ma fortunatamente a soli 24 km scorre il fiume Niger, che regala acqua e fresco. La mia Africa: paesaggi e animali africani

franco

Montagne fiammeggianti, Cina. "Infuocate" di nome e di fatto: queste montagne nella catena dello Tien Shan, nella regione dello Xinjiang, al confine con il Tibet e la Mongolia, prendono il nome dalle sfumature rosso fuoco che l'arenaria ha assunto in secoli di erosione. Ma il termine si adatta molto bene anche al calore infernale avvertito. Qui nel 2008 lo strumento MODIS su un satellite della NASA ha rilevato una delle temperature più alte mai registrate: 66,7 °C.

simonmarussi

Bangkok, Thailandia. La World Meteorological Organisation ha dichiarato questa umida megalopoli città più calda del mondo. La media annuale è di 27 °C: potrebbe non sembrare molto, ma il punto è che il termometro non si abbassa mai, neanche di notte. E che l'umidità rende la percezione del calore ancora peggiore, con la sola eccezione dei mesi di dicembre e gennaio. Insomma, si boccheggia tutto l'anno, ininterrottamente.

sergihill

Dasht-e Lut, Iran. Ed eccolo il luogo più caldo della Terra: uno studio settennale satellitare della Nasa ha rilevato per cinque anni, in questa distesa di sabbia dell'Iran, la temperatura più alta mai misurata sulla Terra. Nel 2005, il termometro ha raggiunto i 70,2 °C. Un record (inferiore) di temperatura è stato misurato anche nel 2004, 2006, 2007 e 2009.

Con il freddo di febbraio nelle ossa, non vediamo l'ora che arrivi la bella stagione. Ma in alcuni luoghi della Terra l'inizio dell'estate è un appuntamento temuto, con il termometro che schizza a temperature insopportabili. Riscaldiamoci un po' con le foto di alcune delle località con il clima più torrido e inospitale del pianeta.

Dallol, Etiopia. La cittadina nella depressione di Afar, nel nord est dell'Etiopia, vanta la temperatura media annuale più alta mai registrata. Dal 1960 al 1966, la media annuale è stata di 34,4 °C, mentre le temperature diurne salivano ben oltre i 37 °C. Ma in questa landa ormai disabitata (era popolata negli anni '60 in quanto regione mineraria) il calore non viene solo dall'alto. La regione è piena di vulcani e sorgenti idrotermali spesso acide che si trasformano in trappole mortali per la fauna e talvolta per l'uomo.