Natura

Finalmente classificata una creatura di oltre 500 milioni di anni fa

Viveva insieme ai trilobiti: la sua forma strana non permetteva una corretta classificazione. La svolta grazie alla scoperta di parti molli fossilizzate.

Una strana creatura che non aveva finora trovato la giusta collocazione nell'albero della vita è stata infine classificata. Per 280 milioni di anni questo strano animale, chiamato Hyolitha, ha vagato per i mari di tutto il mondo: una delle tante forme di vita che apparvero durante il Cambriano, circa 540 milioni di anni fa, quando il pianeta visse un'improvvisa esplosione di vita, in una enorme varietà di forme.

Micro. L'Hyolitha è sempre risultato difficile da classificare, ma recentemente la fortuna ha aiutato i paleontologi con il ritrovamento di alcuni esemplari con tessuti molli fossilizzati all'interno della conchiglia, condizione rara e straordinaria.

Un fossile di Hyolitha con i tentacoli estroflessi. © Royal Ontario Museum

Dall'esame di queste parti si è potuto stabilire che gli Hyolitha appartengono al variegato gruppo dei Lophophorata. In particolare, gli Hyolitha, ora considerati Brachiopodi (animali in apparenza simili a molluschi bivalve) sono organismi lunghi un paio di centimetri con una conchiglia a forma di cono a protezione di un opercolo, a sua volta ricoperto da due supporti curvi, chiamati helens.

508 milioni di anni. Alcuni paleontologi sostenevano l'ipotesi che potessero essere dei molluschi molto strani, per altri, invece, mancavano elementi sufficienti per poterli classificare.

La svolta si è avuta grazie a Joseph Moysiuk, paleontologo (University of Toronto), il quale ha studiato più di 1.500 esemplari di Hyolitha raccolti sulle Montagne Rocciose canadesi e in altri siti dell’Idaho e dello Utah (Usa) e il cui lavoro è stato pubblicato su Nature (sommario, in inglese).

Due Hyolitha fossilizzati, con un'età di circa 500 milioni di anni.

Di questi, ben 254 mostravano tracce di tessuto molle fossilizzato. «Le rocce dalle quali sono stati estratti molti di questi esemplari hanno 508 milioni di anni, il che rende questi Hyolitha tra i più antichi reperti fossili di questo genere mai studiati», afferma Moysiuk.

Animale filtratore. Elemento fondamentale per la ricerca è stata la scoperta di un tessuto a forma di ala di gabbiano in prossimità dell'apertura dell'opercolo. Da esso, sostengono i ricercatori, si allungavano da 12 a 16 tentacoli, ed è molto probabile che fossero animali filtratori, ossia che si cibavano filtrando l'acqua di mare proprio attraverso questi tentacoli.

13 gennaio 2017 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us