Natura

Estinzione degli insetti: colpa (anche) dell'inquinamento luminoso

Le luci notturne disturbano lo sviluppo e la riproduzione di molti insetti, oltre ad avvantaggiare i predatori. E così si rischia l'estinzione...

Ogni anno nel mondo, e accade ormai da qualche anno, la massa totale degli insetti decresce del 2,5%, un ritmo che ne porterebbe alla completa scomparsa nel giro di un secolo. I conservazionisti la chiamano "insect apocalypse" e, se è vero che le api sono l'esempio più eclatante di insetti che rischiano di sparire dal pianeta Terra, il rischio di estinzione coinvolge tutte, ma proprio tutte, le specie di insetti del mondo: senza di loro, gli ecosistemi del pianeta crollerebbero uno dopo l'altro. Le cause di questo evento sono le solite (inquinamento, consumo di suolo, cambiamenti climatici...), ma una nuova ricerca ne porta alla luce, è proprio il caso di dirlo, un'altra, altrettanto devastante: il suo nome è... ALAN.

Che fatica le lucciole. La sigla sta per "artificial light at night": si usa quindi per indicare tutte le fonti di luce artificiale che teniamo accese di notte, illuminando innaturalmente il cielo e l'ambiente circostante. Ebbene ALAN, come scoperto dallo studio della Tufts University in Massachusetts, crea un sacco di problemi agli insetti, in particolare quelli notturni: solo per fare qualche esempio, le lucciole fanno fatica a trovare il loro partner, molte falene trovano la morte contro lampade e lanterne varie, e troppa luce rende qualsiasi specie di insetto una preda facile perché ben visibile a uccelli, pipistrelli e altri predatori.

 

Basta un clic. Diversamente da altre forme di inquinamento, però, quello luminoso – che al momento colpisce circa un quarto della superficie terrestre – è il più facile da contrastare, e soprattutto non lascia "impronte" una volta risolto: come dice Brett Seymoure, primo autore dello studio, «una volta spenta, una luce non lascia più traccia di sé; non dico che dobbiamo spegnere tutte le luci notturne in tutto il mondo, solo che dobbiamo usarle saggiamente e con misura», se non vogliamo tra cento anni ritrovarci in un mondo senza insetti.

 

4 dicembre 2019 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us