Speciale
Domande e Risposte
Natura

È nato prima l’uovo o la gallina?

Dalla scienza finalmente arriva la risposta.

Secondo la scienza, è l’uovo ad avere il diritto di primogenitura. Le prime uova di uccello infatti risalgono a 200 milioni di anni fa, mentre le uova fossili più antiche ritrovate appartenevano a rettili e sono state deposte ben 350 milioni di anni fa dai captorinomorfi, il gruppo di rettili più primitivo.

Embrione equipaggiato. Nel Carbonifero è poi avvenuta una delle rivoluzioni più importanti dell’evoluzione: i rettili adottano una soluzione che permette loro di rendere indipendente dalla presenza dell’acqua la delicata fase riproduttiva. L’uovo, che era avvolto solo da una membrana, si dota di un guscio rigido, sottile e poroso che protegge l’embrione dalla disidratazione e dai predatori, e di una riserva di sostanze nutritive, come grassi, proteine e zuccheri. Equipaggiato in questo modo l’embrione può raggiungere un grado di sviluppo maggiore di quello delle larve degli anfibi e, nel momento in cui nasce, ha un’elevata probabilità di sopravvivenza anche se si trova in un ambiente arido.

Dinosauri. Gli uccelli nascono circa 140 milioni di anni fa, nel Giurassico, discendenti di un gruppo di piccoli dinosauri carnivori. Per avere qualcosa di simile alla nostra gallina, però, bisogna arrivare a 50 milioni di anni fa, quando da un embrione contenuto in un uovo, e frutto di una nuova ricombinazione di geni, nasce il primo animale simile a quello attuale. Ed è proprio attraverso l’uovo che avvengono le maggiori trasformazioni evolutive. L’originale corredo genetico che ogni adulto ha, infatti, nasce proprio quando il patrimonio materno e quello paterno si combinano tra di loro. I piccoli, ciascuno con caratteristiche differenti dai genitori, avranno alla partenza uguali probabilità di diventare adulti, anche se solo alcuni di loro riusciranno a tramandare alle generazioni successive le informazioni contenute nei propri geni.

12 aprile 2020
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Il racconto del decennio (1919-1929) che condusse un'Italia povera, ferita e delusa dalla Grande guerra nelle braccia di Mussolini. E ancora: distanziamento, lockdown, ristori... tutte le analogie fra la peste di ieri e il covid di oggi; come Anna Maria Luisa, l'ultima dei Medici, salvò i tesori artistici di Firenze; dalla preistoria in poi, l'impatto dell'uomo sull'ambiente e sul paesaggio.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello trattiene senza sforzo le informazioni importanti per sopravvivere. Qual è, allora, il segreto per ricordare? Inoltre: gli ultimi studi per preservare la biodiversità; la più grande galleria del vento d'Europa dove si testano treni, aerei, navi; a che punto sono i reattori che sfruttano la fusione nucleare.


ABBONATI A 29,90€

Litigare fa ammalare? In quale sport i gatti sarebbero imbattibili? Perché possiamo essere cattivi con gli altri? Sulla Luna ci sono nuvole? Queste e tante altre domande e risposte, curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, d'ora in poi tutti i mesi in edicola!

ABBONATI A 29,90€
Follow us