Natura

Cerchi delle fate anche in Australia

Come in Namibia, le piante si organizzano in comunità circolari per sfruttare al meglio le risorse.

Seguendo le indicazioni e le immagini aeree riprese da un ambientalista che studia il territorio attorno ad alcune miniere australiane, Stephan Getzin, un ecologo dell'Helmholtz Center for Environmental Research di Leipzig (Germania), ha scoperto in Australia forme di distribuzione della vegetazione simili a quelle delle aree desertiche della Namibia (Africa), dove vengono chiamate cerchi delle fate.

I cerchi delle fate in Namibia.

Si tratta di macchie circolari di terreno, grandi da pochi metri fino a qualche decina di metri di diametro, delimitate da vegetazione lungo la circonferenza e totalmente aride all'interno: strutture a lungo rimaste senza una spiegazione.

Fino alla recente scoperta in Australia si riteneva che i cerchi delle fate in Africa fossero unici sul nostro pianeta.

Getzin ha visitato l'epicentro di una zona estesa decine di km quadrati, a 15 chilometri a sud-est di Newman, e li studiati misurandone dimensioni e caratteristiche.

Scienza e mito. Getzin conosceva la spiegazione popolare dei cerchi delle fate della Namibia, attribuiti a formiche e termiti che, eradicando completamente l'erba per i loro nidi, mettono a nudo il terreno in superficie. Una ricerca scientifica ha invece dimostrato che le piante di quelle aree si organizzano per massimizzare l'accesso all'acqua. E così, anziché distribuirsi casualmente sul terreno, si dispongono in comunità circolari: l'acqua piovana, penetrato il terreno poroso, si ferma nel serbatoio sotterraneo "artificiale" delimitato dalle radici delle piante.

Namibia (a sinistra) e Australia: due situazioni differenti trovano una analoga soluzione.

In Australia è diversa la condizione di partenza: qui l'acqua scivola da un'area centrale con un suolo molto duro, e niente affatto poroso, verso l'esterno, dove sulla circonferenza si concentrano le piante. Il genere di arbusti che delimitano la circonferenza dei cerchi delle fate è la triodia (una graminacea), che si trova spesso in zone con suoli totalmente privi di altro verde, dove l'acqua può scivolare facilmente verso le radici.

15 marzo 2016 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us