Natura

Carburante "eco" dagli pneumatici usati: il progetto Tygre

Nei laboratori dell'ENEA si sta sperimentando una nuova tecnologia per ricavare carburante a basso costo e altre materie prime pregiate dagli pneumatici usati.

Ogni anno gli automobilisti europei sostituiscono più di 3 milioni di tonnellate di pneumatici: una quantità enorme, pari al peso di 30 portaerei a propulsione nucleare. Ma dove finisce questa montagna di gomma? Per la maggior parte nelle discariche, perché il materiale con cui sono realizzate le ruote di auto e camion è difficilmente riciclabile (guarda il video).

Come ti reinvento la ruota. Ma la situazione potrebbe presto cambiare e le gomme usate potrebbero trasformarsi da pericolo ambientale a risorsa preziosa. È infatti entrato nella fase sperimentale il progetto TyGRE, un'iniziativa finanziata dall'Unione Europea e affidata all'ENEA, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.
L'idea dei ricercatori, che stanno lavorando al progetto dal 2011, è quella di riscaldare la gomma a 1.000°C per ottenere il syngas, un composto di monossido, biossido di carbonio e metano dall'elevatissimo potere calorico che può essere utilizzato come combustibile in diversi tipi di motore termico. Da questo processo è possibile ottenere, come sostanze di scarto, anche altri elementi utili all'industria come per esempio il carburo di silicio, particolarmente costoso da estrarre in natura e ampiamente utilizzato nell'elettronica e nella produzione di ceramiche.
I ricercatori dell'ENEA avvieranno a breve un impianto sperimentale in grado di processare circa 30 kg di gomma l'ora. L'obiettivo dei prossimi mesi è quello di verificare sul campo la fattibilità del recupero e valutare gli eventuali effetti ambientali di questa tecnologia che, almeno sulla carta, sembra molto promettente.

Ti potrebbe interessare:
Il pieno me lo faccio in bagno
Che cos'è il biodiesel?

9 maggio 2013 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us