Natura

Buone notizie per le lontre

A 25 anni dalla catastrofe ambientale della Exxon Valdez, la vita della lontra marina torna alla normalità.

La lontra marina è tra le specie più colpite da uno dei più grandi disastri ambientali della storia, quello provocato dalla superpetroliera Exxon Valdez sulle coste dell'Alaska il 24 marzo 1989. Ora sembra che questo simpatico animale marino sia tornato alla situazione di prima dl disastro.

La popolazione delle lontre marine che abitano il Prince William Sound, in Alaska, ci ha messo 25 anni per riprendersi dall'incidente. Nel 2013 sono state contate infatti circa 4.300 lontre marine (Enhydra lutris) nella baia dove è avvenuto il disastro. Nel 1993, quattro anni dopo i fatti, erano solo 2.054: l'attuale numero è, secondo gli ecologi, il più alto che la regione può sostenere ecologicamente.

Coste ripulite dal petrolio. In seguito all'incidente molte lontre sono morte di freddo, perché il petrolio aveva reso permeabile la loro pelliccia, o avvelenate dai composti chimici. Sono stati soprattutto gli adulti a morire, a differenza di altre situazioni in cui muoiono più frequentemente gli individui più giovani e i più vecchi. In questi anni, invece, anche l'aspettativa di vita delle lontre è tornata normale. Dopo due decenni di riduzione dell'inquinamento, grazie agli sforzi dell'uomo, alle tecnologie di biorisanamento (bioremediation, depurazione che utilizza microorganismi: vedi I batteri spazzini del Messico e Bio-acqua) e alla degradazione batterica naturale, una delle specie più carismatiche del grande nord è tornata a livelli più tranquillizzanti.

Catastrofi ambientali
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Cartoline dalle Terre Sporche: album di cartoline dalle terre più sporche che ci siano sulla faccia della Terra, in rigoroso ordine alfabetico.

Cartoline dalle Terre Sporche
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Cartoline dall'Italia contaminata: i siti di interesse nazionale. Non Pompei, chiese, musei, monumenti... Ma i luoghi più inquinati d'Italia.

Cartoline dall'Italia contaminata
VAI ALLA GALLERY (N foto)

L'isola di plastica. Il "giro" del nord Pacifico, dove le correnti fanno confluire gran parte dei rifiuti di plastica abbandonati in mare e si è creata un'isola di spazzatura (clicca qui per ingrandire il multimedia L'isola rifiutata).

5 marzo 2014 Marco Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Napoleone tenne in scacco tutte le monarchie d'Europa. Poi, a Waterloo, la resa dei conti. Chi erano i nemici dell'imperatore dei francesi? Come formarono le alleanze e le coalizioni per arginarlo? E perché tutti temevano la Grande Armée? Su questo numero, la caduta di Napoleone raccontata attraverso i protagonisti che l'hanno orchestrata.

ABBONATI A 29,90€

Miliardi di microrganismi che popolano il nostro corpo influenzano la nostra salute. Ecco perché ci conviene trattarli bene. E ancora: come la scienza affronta la minaccia delle varianti di CoVID-19, e perché, da sempre, l'uomo punta al potere. Inoltre, in occasione del 20° anniversario della sua seconda missione in orbita, l’astronauta italiano Umberto Guidoni racconta la sua meravigliosa odissea nello spazio.

ABBONATI A 29,90€

Vi siete mai chiesti quante persone stanno facendo l'amore in questo momento nel mondo? O quante tradiscono? E ancora: Esistono giraffe nane? Cosa sono davvero le "scie chimiche" degli aerei? E quanto ci mette il cibo ad attraversare il nostro copo? Queste e tante altre domande & risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R, in edicola tutti i mesi. 

ABBONATI A 29,90€
Follow us