Natura

Aria buona e pessime notizie dalla preistoria

Un recente studio svizzero condotto su campioni d'aria di 800.000 anni fa dimostra che nella preistoria i livelli di gas serra erano molto più bassi rispetto a quelli di oggi. (Alessandro Bolla, 20 maggio 2008)

La qualità dell'aria sul nostro pianeta non è mai stata così scadente da 800.000 anni a oggi. È l'inquietante risultato di una ricerca condotta da Thomas Stocker, studioso del clima dell'Università di Berna (Svizzera), a cui la rivista Nature ha dato ampio rilievo. Stocker ha analizzato l'aria intrappolata all'interno di ghiaccio antartico formatosi oltre 800.000 anni fa, rilevando livelli di metano fino al 134% più bassi rispetto a quelli attuali e concentrazioni di anidride carbonica fino al 28% inferiori. I ricercatori elvetici hanno prelevato i campioni di ghiaccio contenenti l'aria preistorica a 3.000 metri di profondità, in una zona dell'antartico orientale chiamata Dome Concordia. La formazione di queste camere d'aria nella crosta ghiacciata è provocata dalla compressione che gli strati superiori del pack esercitano su quelli inferiori. «Gli squilibri provocati dall'uomo nella concentrazione dei gas serra non potranno non avere conseguenze importanti sul clima del nostro pianeta», afferma Stocker. I risultati del suo studio si uniranno a quelli di un team internazionale capitanato da Eric Wolff (Università di Cambridge, Gran Bretagna), che sta per trivellare il ghiaccio polare alla ricerca di campioni d'aria risalenti a oltre un milione e mezzo di anni fa.

20 maggio 2008
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us