Focus

Domande & Risposte Vai allo speciale

L'arcobaleno si può formare anche di notte?

Possiamo vedere i colori dell'arcobaleno quando la luce del Sole attraversa le gocce d'acqua sospese dopo la pioggia e vicino a una cascata. Ma quando la luce arriva della Luna...

arcobaleno-notturno
| Shutterstock

Siamo abituati a vedere i magnifici colori di un arcobaleno soprattutto di mattina o nel pomeriggio, eppure, per quanto possa sembrare strano, esistono anche gli arcobaleni notturni che sono molto più rari e che ci appaiono molto meno colorati. 

 

Dietro a questi fenomeni chiamati anche moonbow (arcobaleni lunari) non vi è però la luce diretta proveniente dal Sole, bensì quella proveniente dalla Luna (riflesso a sua volta di quella solare).

 

Cover Focus 334
Per scoprire tutti i prodigi del Sole, leggi il nuovo Focus, in edicola e in digitale | Focus

Infatti, poiché l'intensità della luce riflessa dal nostro satellite è enormemente inferiore a quella emanata direttamente dal Sole, gli arcobaleni notturni risultano essere assai meno "definiti" e colorati rispetto a quelli tradizionali. Di fatto, appaiono ai nostri occhi sostanzialmente bianchi o comunque con colori estremamente sbiaditi.

 

Luna piena. Purtroppo, i moonbow sono rari da vedere: è possibile scorgerli quasi esclusivamente nelle notti di Luna piena, in presenza di un alto tasso di umidità e in assenza di nubi.

la forma ad Arco. Naturalmente, anche l'arcobaleno che si può vedere al chairo di Luna mantiene la forma ad arco. Questo aspetto dipende dal fatto che anche se la luce del Sole si diffonde sulla Terra in forma di cono, da un punto qualsiasi della superficie del pianeta è possibile vederne solo una parte: un arco, appunto. Quando invece l'arcobaleno viene osservato da una località a elevata altitudine, oppure da un aereo, può apparire come un suggestivo e incredibile cerchio completo.

 

7 agosto 2020