Natura

Api operaie... aeroportuali

All'aeroporto di Praga è stata "assunta" una colonia di api con il compito di controllare i livelli di inquinamento ambientale della struttura e delle zone limitrofe.

L'aeroporto di Praga si candida tra i più green al mondo: da qualche tempo l'azienda che gestisce il Vaclav Havel International Airport ha infatti deciso di affidare a una colonia di api il monitoraggio degli inquinanti dispersi sul territorio dal traffico aereo e dalle attività connesse.

Uno sciame di rilevatori
Il progetto, e le api, sono affidate alle amorevoli cure di Roman Kuttelwascher, un tecnico aeroportuale con la passione per l'apicoltura. Roman ha disposto le sue arnie nei pressi delle piste, così che le api possano andare a far provvista di polline sui fiori più vicini ma anche su quelli di tutta l'area verde che circonda la struttura. Il miele prodotto viene regolarmente sottoposto ad accurate analisi così da controllare la quantità e la tipologia di inquinanti che contiene.
Questi dati permettono alla società che gestisce l'aeroporto di controllare l'impatto ambientale delle sue attività a costi contenuti e con una capillarità difficilmente raggiungibile anche dai più sofisticati sistemi elettronici.

I numeri delle api
Secondo gli esperti, il miele prodotto da un alverare proviene dal polline di fiori prelevati dalle api in un raggio di 3 Km, più che sufficienti per coprire l'area occupata dall'aereoporto della Repubblica Ceca.
Per produrre un Kg di miele le api devono visitare circa 3 milioni di boccioli e fare 150.000 viaggi tra il campo e l'alverare, così da raccogliere i 3 Kg di polline necessari. In questo processo gli insetti raccolgono anche gli inquinanti atmosferici che si sono depositati sui fiori, li concentrano e li rendono facilmente rilevabili attraverso le analisi del miele. (Come viene prodotto il miele? Te lo spieghiamo qui)

Monitoraggio ambientale con le api all'aeroporto di Praga
VAI ALLA GALLERY (N foto)

Dalla Germania con dolcezza
L'aeroporto di Praga non è comunque il primo ad assumere una colonia di api per il controllo dell'ambiente: il primo progetto di questo tipo risale al 1999 e fu avviato dall'aeroporto di Amburgo, in Germania, al quale si unirono presto quelli di Lubecca, Hannover, Dresda, Bonn e Norimberga.
Le api non sono però sempre gradite negli aeroporti: gli sciami vaganti, che possono essere composti anche da 20 o 30.000 individui, rappresentano infatti un pericolo per gli aerei, perchè possono essere risucchiati nelle turbine e causare problemi di sicurezza decisamente seri.

Faccia a faccia con le api
VAI ALLA GALLERY (N foto)

3 ottobre 2013 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cent'anni fa, la scoperta del secolo: la tomba di Tutankhamon – l'unica ritrovata intatta nella Valle dei Re - svelò i suoi tesori riempendo di meraviglia gli occhi di Howard Carter prima, del mondo intero poi. Alle sepolture più spettacolari di ogni epoca è dedicato il primo piano di Focus Storia. E ancora: la guerra di Rachel Carson, la scienziata-scrittrice pioniera dell'ambientalismo; i ragazzi italiani assoldati nella Legione Straniera e mandati a morire in Indocina; Luigi Ferri, uno dei pochi bambini sopravvissuti ad Auschwitz, dopo lunghi anni di silenzio, si racconta.

ABBONATI A 29,90€

L'amore ha una scadenza? La scienza indaga: l’innamoramento può proseguire per tre anni. Ma la fase successiva (se ci si arriva) può continuare anche tutta la vita. E l'AI può dirci quanto. E ancora, Covid: siamo nel passaggio dalla fase di pandemia a quella endemica; le storie geologiche delle nostre spiagge; i nuovi progetti per proteggere le aree marine; tutti i numeri dei ghiacciai del mondo che stanno fondendo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us