Costa Concordia un anno dopo

rtr34wub
|© Remo Casilli/Stringer Italy/Reuters
Esattamente un anno fa, alle ore 21.42, la Costa Concordia affondava incagliandosi tra gli scogli di fronte all'Isola del Giglio. Nel disastro persero la vita 32 persone, di cui 2 ancora oggi risultano disperse.
Ma cosa ne è oggi della nave passeggeri di maggior tonnellaggio mai naufragata nella storia? Dopo lo svuotamento del carburante dai serbatoi concluso il 24 marzo scorso con il recupero di 2042,5 m³ di carburante e 240 m³ di acque nere (qui i dettagli dell'operazione), il relitto posato sul fondale davanti a Punta Gabbinara attende tra la ruggine di essere recuperato.
L'operazione, la più imponente mai tentata (guarda i dettagli del piano di recupero), è affidata al consorzio Titan Salvage/Micoperi (Usa/Italia), due società specializzate nel recupero marittimo. Le difficoltà incontrate già in fase preliminare, tuttavia, hanno provocato uno slittamento di alcuni mesi del piano di recupero, con la conclusione dei lavori prevista per l'autunno 2013.

La Costa Concordia, dal naufragio al recupero su Focus.it

The Parbuckling Project, il portale informativo sul progetto di rimozione del relitto
13 Gennaio 2013 | Rebecca Mantovani