Natura

Alla faccia delle pietre

Vi è mai capitato di guardare una roccia e vederci un animale o una faccia umana? A molti dei nostri lettori capita spessimo, per questo abbiamo deciso di dedicare a loro un focus file con tutte...

Alla faccia delle pietre
Vi è mai capitato di guardare una roccia e vederci un animale o una faccia umana? A molti dei nostri lettori capita spessimo, per questo abbiamo deciso di dedicare a loro un focus file con tutte le foto che ci sono arrivate in questi anni.

'A Rocc du Cappidd' Albano di Lucania, provincia di Potenza. Questa faccia non è casuale, è un'arcaica opera d'arte modellata dagli uomini migliaia di anni fa. Quante facce di pietra ha catturato il vostro infallibile 'occhio' fotografico? Mandatecele qui sotto dal link 'invia il tuo contributo'.
"A Rocc du Cappidd" Albano di Lucania, provincia di Potenza. Questa faccia non è casuale, è un'arcaica opera d'arte modellata dagli uomini migliaia di anni fa. Quante facce di pietra ha catturato il vostro infallibile "occhio" fotografico? Mandatecele qui sotto dal link "invia il tuo contributo".

Nasuti, con le orecchie a punta, con le corna, in posizione eretta o supina, di mare o di montagna, sono tutti "volti" che hanno in comune una cosa: lo sguardo fisso. Per forza sono delle pietre… Con la faccia da uomo, da cane, da cavallo da leone, se ne possono incontrare di tutti i tipi sul nostro cammino. Come è successo ai nostri lettori che in questi anni hanno fotografato facce di pietra in ogni angolo del mondo.

Nemici mimetizzati
Ma perché abbiamo certe “visioni”? È solo fantasia o c'è di più? Anche se guardando le rocce si potrebbero individuare tante figure strane, la forma che più frequentemente ci capita di vedere è la faccia, perché il viso umano è la cosa che osserviamo di più in assoluto nella vita. Per questo il cervello è rapidissimo nell'individuare quei pochi elementi che formano lo schema di un volto, ma anche il muso di un animale. Secondo gli scienziati è una capacità innata che risale ai tempi in cui l'uomo viveva a contatto con la natura e che gli permetteva di riconoscere immediatamente i nemici o gli animali feroci, che si potevano nascondere nel paesaggio.

Ingannati dai marziani
Una capacità indubbiamente molto utile, ma che talvolta ha indotto l'uomo in errore. Come è successo con i "canali" di Marte. Le linee individuate nel 1877 furono interpretate dagli astronomi che osservavano il pianeta con il telescopio, come canali di irrigazione, costruiti da qualche "marziano" e per molto tempo sono stati considerati segni della presenza di una vita intelligente sul pianeta rosso. In realtà le linee erano spezzate, ma gli astronomi le vedevano unite perché il nostro cervello tende a completare tutto quello che vede e quindi a ingannarci.

E voi siete pronti per immortalare la pietra con l'espressione più significativa? Mandateci le vostre “facce” utilizzando il link "invia il tuo contributo". Potete anche scorrere le foto di facce di pietra inviate dagli altri lettori, navigando tra i contributi qui in basso.

25 maggio 2005
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us