Natura

A rischio centinaia di specie in più del previsto

L'habitat di molti animali sarebbe più compromesso di quanto risulta dal lavoro della IUCN, l'autorevole database sulla conservazione di fauna e flora, che non considera i dati satellitari.

Il diadema purpureo (Boissonneaua jardini), un colibrì iridescente originario di Ecuador e Colombia, era considerato fino a oggi un uccello non a rischio dalla Lista Rossa della IUCN (la International Union for Conservation of Nature), il più famoso database sulla conservazione di animali e vegetali.

Invece il pennuto potrebbe essere più minacciato di quanto si credesse, così come altre 210 specie di suoi simili. Lo afferma uno studio del Politecnico Federale di Zurigo basato su dati satellitari dettagliati sull'altitudine preferita dalle specie e la copertura delle foreste a quella quota.

La critica. Per i ricercatori, l'IUCN non incorpora le più moderne informazioni aeree e satellitari nelle sue valutazioni sullo stato di salute degli habitat. Si baserebbe, invece, esclusivamente su dati "sul campo" di decine di migliaia di scienziati, ricercatori e volontari.

Il risultato, secondo i ricercatori di Zurigo, è che centinaia di specie considerate al sicuro o soltanto vulnerabili sarebbero più seriamente a rischio di quanto ipotizzato. Lo studio è stato condotto finora su 586 specie di uccelli di Asia, Americhe e Madagascar: studiando i dati Landsat delle variazioni di copertura forestale, il 43% delle specie non minacciate secondo la IUCN è risultato più vulnerabile di quanto si credesse. E lo stesso discorso potrebbe valere anche per mammiferi e anfibi.

11 novembre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us