10 meraviglie naturali che (forse) non conoscevi

Le migliori mete naturalistiche sono spesso accompagnate da fama, alberghi, selfie e turisti. Spesso... ma non sempre. Ecco 10 luoghi in cui la natura dà spettacolo, ma che offrono ancora spazi di (contemplativo) silenzio.

corbis_42-64710945con_h_13.01396707con_h_6.19172540con_h_13.01251099con_h_13.01462600canocon_h_13.01304911con_h_6.01966523jellyfishvicentevillamnApprofondimenti
corbis_42-64710945

Grotte di ghiaccio di Mendenhall, Alaska. Situate nelle viscere dell'omonimo ghiacciaio, queste cattedrali dai bagliori azzurri scavate dall'acqua sono tra le mete preferite dei geologi di tutto il mondo. Visitandole si ha la rara occasione di studiare un ghiacciaio dall'interno. Ma lo spettacolo potrebbe non durare a lungo: il ghiacciaio lungo circa 20 km si sta progressivamente ritirando a causa del global warming. Viaggio nelle grotte più suggestive del mondo

con_h_13.01396707

Colline di Cioccolato, Bohol (Filippine). Migliaia di curiose formazioni geologiche simili a tumuli di terra lasciati da una talpa punteggiano la provincia di Bohol, nelle isole Filippine. Secondo i geologi si tratterebbe di depositi di calcari marini e coralli ricoperti di un fitto strato di vegetazione, che durante la stagione delle piogge secca e diviene marrone (da qui il nome delle colline). Se ne contano fino a 1776, di altezza compresa tra i 30 e 50 metri (ma alcune sfiorano i 120). Dalla loro cima, il paesaggio circostante, punteggiato di dolci rilievi, è mozzafiato.

con_h_6.19172540

Cascate di Helmcken, British Columbia (Canada). Le quarte cascate più alte del Canada (141 m) sorgono nel parco provinciale di Wells Gray, istituito apposta per proteggere questi salti d'acqua che cadono in mezzo a una folta pineta. D'inverno il paesaggio è ancora più spettacolare: sotto alla cascata si forma infatti un cono di ghiaccio alto fino a 50 m, che fonde di nuovo in primavera, quando il clima si fa più mite. Guarda anche i salti d'acqua più spettacolari del Pianeta

con_h_13.01251099

Canyon Tara, Montenegro. Il più profondo canyon europeo scavato da un fiume raggiunge pendenze di 1300 m, non molto lontane dalle profondità massime del Grand Canyon americano (1600 m). Guardarlo dall'alto dà le vertigini, ma il modo migliore per ammirarlo è avventurarsi lungo i suoi 82 km di lunghezza su una canoa, o un canotto da rafting (l'ultimo tratto ospita una ventina di rapide). I canyon più spettacolari

con_h_13.01462600

Grotte marine di Benagil, Portogallo. Queste formazioni rocciose nel cuore dell'Algarve creano una serie di archi naturali in pietra a poche decine di metri dalla cittadina portoghese di Benagil. Alcune di esse possono essere raggiunte solo via mare, e vi si può nuotare all'interno. Altre curiose formazioni rocciose

cano

Caño Cristales, Colombia. Per poche settimane all'anno, tra settembre e novembre, questo fiume colombiano si trasforma in un vero e proprio "arcobaleno liquido" (questo il significato del suo nome). La luce solare stimola infatti la crescita, sul suo fondale, di una pianta endemica di quest'area, la Macarenia clavigera, di un colore rosso acceso. I riflessi blu-verdi dell'acqua e i colori dorati di sabbia e rocce completano l'affresco naturale. Gli specchi d'acqua più incredibili della Terra

con_h_13.01304911

Waitomo Glowworm Caves. Un cielo stellato in una grotta. Possibile? Sì, per chi si avventura in queste caverne dell'Isola nord della Nuova Zelanda. Al loro interno, appese al soffitto come collane di perle, si trovano le larve bioluminescenti di Arachnocampa luminosa, un insetto dell'ordine dei Ditteri (lo stesso delle zanzare) che predilige i luoghi umidi e - appeso a fili di seta - usa la bioluminescenza per attrarre a sé altri insetti sue prede, incuriositi dalle luci. Un altro (inquietante) esempio di bioluminescenza

con_h_6.01966523

Saltstraumen, Norvegia. Questo piccolo stretto vicino alla cittadina di Bodø, nelle Terre del Nord, vanta le correnti marine più intense e pericolose del mondo. Ogni 6 ore, quando cambia la marea, 400 milioni di metri cubi d'acqua si incanalano nello stretto largo 150 m e lungo 3 km, con una velocità che può raggiungere i 41 km/h. I vortici che si creano possono raggiungere i 10 m di diametro e sono pericolosi e affrontabili solo con imbarcazioni dal motore potente, in grado di resistere alla loro furia (ma se soffrite di mal di mare, non è l'esperienza più adatta).

jellyfish

Lago delle Meduse, Palau. a questo lago del sud Pacifico abbiamo già dedicato una fotogallery. Se i milioni di meduse che lo popolano fossero pericolose per l'uomo, immergersi nelle sue acque sarebbe un po' meno divertente. Invece queste creature in gelatina sono quasi del tutto innocue, e un tuffo tra i loro tentacoli regala emozioni davvero uniche.

vicentevillamn

Cenote di Ik-Kil, Yucatán. Questa cavità naturale profonda circa 40 m, e circondata da una corona circolare di pareti di roccia alte 26 m, si trova sulla strada per Chichen Itza ed è considerata sacra nella cultura Maya. Le piante rampicanti che la circondano offrono la possibilità di eseguire tuffi ancora più spettacolari.

H/t al quotidiano The Guardiana per questa selezione di posti incantevoli.

Canyon Tara, Montenegro. Il più profondo canyon europeo scavato da un fiume raggiunge pendenze di 1300 m, non molto lontane dalle profondità massime del Grand Canyon americano (1600 m). Guardarlo dall'alto dà le vertigini, ma il modo migliore per ammirarlo è avventurarsi lungo i suoi 82 km di lunghezza su una canoa, o un canotto da rafting (l'ultimo tratto ospita una ventina di rapide). I canyon più spettacolari