Sciopero per il Clima: le ragioni per aderire
Il 20 e il 27 settembre, alla vigilia e all'indomani del Summit ONU sul clima, i ragazzi dei Fridays For Future rinnoveranno l'invito ad agire contro il riscaldamento globale. Una lista delle loro ragioni.
Perdite di metano? E che sarà mai!
L'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente americana vorrebbe eliminare gli obblighi di vigilanza sulle emissioni di metano durante le attività estrattive: una proposta che crea sconcerto.
Incendi dall'Artico all'Amazzonia: è il Pirocene?
L'intensità e l'estensione dei roghi che devastano le foreste di mezzo mondo porta a chiedersi quale, in tutto questo, il ruolo del riscaldamento globale. E di quale portata saranno le conseguenze.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Le piante d'appartamento depurano l'aria?
Non in modo significativo, e neanche se nel vostro salotto abbondano: sono infatti in minoranza, rispetto alle possibili fonti inquinanti.
Giornata dell'acqua: nessuno resti indietro
Un bene primario di cui ci sarà sempre maggiore richiesta, un diritto troppo spesso violato: un quadro mondiale dell'approvvigionamento di acqua, al centro di troppi disequilibri.
Deforestazione e aumento della temperatura
Giornata internazionale delle foreste, uno studio stima gli effetti (notevoli) della deforestazione sul clima locale.
Greta Thunberg candidata al Nobel per la Pace
La ragazza svedese simbolo del Climate Strike è stata proposta per il prestigioso riconoscimento: il riscaldamento globale è un elemento importante di instabilità sociale.
Che cos'è il Global Climate Strike For Future
Venerdì 15 marzo i ragazzi di tutto il mondo scioperano per chiedere che la crisi climatica venga trattata per quello che è realmente: un'emergenza globale.
Fukushima, 8 anni dopo: a che punto siamo?
La bonifica procede con lentezza: tra ritardi e imprevisti, si registra il successo di un piccolo test sulla rimozione del materiale fuso, ma l'emergenza è sulla decontaminazione dell'acqua.
Le api al tempo del riscaldamento globale
Non basta la minaccia ormai comprovata dei pesticidi: i cambiamenti climatici impattano sulla salute dei principali impollinatori su molti livelli, e se immaginiamo un futuro con ancora cibo sulla tavola, dovrebbe importarci.
Il destino infelice dei palloncini
Molti uccelli marini muoiono di fame con lo stomaco pieno. Non è cibo: è plastica colorata galleggiante, che gli uccelli scambiano per calamari.