Quanta parte dei mari è interessata dalla pesca?
Uno studio a febbraio parlava di oltre la metà, una nuova analisi (sugli stessi dati), del 4%. Chi ha ragione? E quanto conta, davvero, sapere dove si gettano le reti?
Come dimezzare il consumo d'acqua mondiale
Ridurre il consumo di carne rossa, zuccheri e grassi animali a favore di frutta e verdura non dà benefici soltanto alla salute: abbatterebbe in modo importante anche il consumo di acqua globale.
Perché c'è chi non crede al cambiamento climatico?
Anche se le prove sono schiaccianti, in molti negano i rischi che il nostro pianeta sta correndo. Psicologi sociali, scienziati cognitivi e neuroeconomisti spiegano perché.
Una persona su nove nel mondo è denutrita
Variabilità climatica ed eventi meteo estremi minacciano la sicurezza alimentare e invertono il ciclo di progressi registrati dell'ultimo decennio: 821 milioni di persone non hanno cibo a sufficienza, mentre avanza l'obesità.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Un'inquietante fioritura d'alghe nel Mare Arabico
La diffusione di fitoplancton, spettacolare nelle foto della Nasa, lo è meno per gli animali marini, che rischiano di soffocare sotto l'acqua verde, puzzolente e povera di ossigeno.
Earth Hour 2017, un'ora al buio per la Terra
Sabato 25 marzo dalle 20:30 si spengono simbolicamente le luci nell'annuale appuntamento del WWF per il Pianeta.
Lo smog in Cina e la perdita dei ghiacci artici
La cappa di emissioni che nel 2013 sconvolse il Paese fu in parte causata dallo scioglimento anomalo dei ghiacci marini al Polo Nord, che alterò le correnti provocando un ristagno dell'aria.
Plancton di plastica
Un piccolo organismo marino, importante costituente del plancton, filmato mentre inghiotte plastica anziché cibo: da qui parte la contaminazione della catena alimentare.
Il pane costa caro anche all'ambiente
Per ogni pagnotta prodotta in Inghilterra se ne va in atmosfera mezzo chilo di CO2: gran parte delle emissioni proviene dai fertilizzanti usati per il grano.
Il pellet è un disastro per l'ambiente
Bruciare pellet e biomasse non aiuta a fare un bilancio delle emissioni: il pellet non rientra nel calcolo e le nuove foreste assorbono meno CO2 delle vecchie.
Mare, pneumatici e pesce alla plastica
Le particelle di plastica rilasciate dall'usura degli pneumatici e nel lavaggio dei vestiti sintetici finiscono in mare, e prima o poi entrano nella catena alimentare.
Frutta e verdura bio dal balcone di casa
Un po’ di impegno, qualche ora e di tempo e le dritte giuste: è tutto ciò che serve per trasformare il balcone di casa in un orto urbano completamente biologico