Ci sarà abbastanza acqua in futuro?
Il Water Scarcity Atlas è uno strumento facile da usare, per tutti: mostra quanta acqua abbiamo consumato in passato e quanta ne consumeremo a seconda delle scelte che faremo.
L'ozono stratosferico potrebbe guarire in 40 anni
Buone notizie dall'ultimo rapporto sul buco nell'ozono: si sta restringendo grazie al bando delle sostanze che lo erodono previsto dal Protocollo di Montreal. Gli accordi politici in tema ambientale, se ottemperati, servono.
Negli ultimi 40 anni un'ecatombe di vertebrati
Secondo il WWF, il nostro consumo di terre e risorse ha causato un assottigliamento medio del 60% nelle popolazioni di mammiferi, uccelli, rettili, pesci e anfibi. Numeri da estinzione di massa.
ABBONATI

SCARICA L’APP

iOS Android Amazon

Alimentazione e cambiamenti climatici
70 ricerche condotte negli ultimi anni convergono sugli stessi risultati: l'aumento di temperatura che ci aspetta, ci porta a una nuova crisi alimentare.
Un rapporto sul clima smentisce il Presidente
I climatologi Usa fanno il punto sui cambiamenti climatici, e per evitare la censura del Presidente fanno arrivare il rapporto a un giornale...
Cambiamenti climatici, fiumi e inondazioni
Le esondazioni sono un fenomeno costante in Europa, ma il clima modificato dalle attività umane cambia frequenze e stagioni.
Mini-guida per sopravvivere al caldo
Dieci trucchi per restare al fresco senza aria condizionata. Risparmi tu e risparmi l'ambiente.
Overshoot Day: 2 agosto 2017, ore 00:01
Le risorse della Terra finiscono a mezzanotte: in 7 mesi abbiamo esaurito ciò che il Pianeta può generare in un anno, con 6 giorni di anticipo rispetto al 2016.
C'è un'altra isola di plastica nel Pacifico
Come se una non fosse già abbastanza: la nuova discarica fluttuante si trova nella parte meridionale dell'oceano e si starebbe espandendo a ritmi preoccupanti.
Quanta plastica abbiamo prodotto?
Una quantità inimmaginabile che per lo più è finita nell’ambiente e pochissima è stata riciclata. E la sua crescita sembra inarrestabile
Aerei a terra per colpa del caldo
Già oggi le ondate di calore rendono i decolli più difficili, ma andrà peggio: serviranno piste più lunghe, restrizioni di peso sui bagagli e, forse, bisognerà anche lasciare a terra qualcuno.