Ecologia

World Food Day 2016: il cibo e il clima che cambia

Per garantire la sicurezza alimentare è necessario rivedere produzione e consumo di cibo in relazione al riscaldamento globale: il messaggio della FAO nella Giornata Mondiale dell'Alimentazione.

Tra quello che scegliamo di mangiare e i cambiamenti climatici c'è un legame strettissimo e a doppia mandata, come efficacemente sintetizza questo video di Fondazione BCFN, diffuso in occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione 2016, il 16 ottobre.

Cibo per tutti. Quest'anno il tema dell'iniziativa indetta dalla FAO è il rapporto tra clima e sicurezza alimentare. "Il clima sta cambiando. Anche il cibo e l'agricoltura devono farlo" è lo slogan della campagna. Chi vive di produzione agricola, allevamento o pesca è anche più soggetto alle conseguenze dei cambiamenti climatici. Allo stesso tempo la produzione di cibo sta crescendo rapidamente per sostenere i 9,6 miliardi di persone che popoleranno la Terra nel 2050, con metodi non sempre sostenibili che comportano serie ripercussioni per l'ambiente.

Le contraddizioni attuali. La produzione di cibo è responsabile da sola di un terzo delle emissioni di gas serra globali. Eppure un terzo del cibo così faticosamente ottenuto finisce in spazzatura. Ripensare il nostro rapporto con l'alimentazione significa ricorrere a strategie produttive che usino meno risorse e non incoraggino la deforestazione; rivedere la catena di conservazione e distribuzione nonché le abitudini di consumo, per tagliare gli sprechi. E scegliere di mettere nel piatto cibo con un impatto ambientale contenuto, in modo che vi siano risorse a sufficienza per tutti.

15 ottobre 2016 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us