Ecologia

Web a misura di mamme, l'80% si definisce digital

L’online diventa il canale d’elezione per gli acquisti dei bambini. Lo rileva una ricerca realizzata da Privalia. Dalle gite ai parchi: tutte le app baby friendly

Roma, 26 mag. - (AdnKronos) - E' internet il vero alleato delle mamme, tanto che l'80% si definisce digital mum. L’online, infatti, diventa il canale d’elezione per gli acquisti dei bambini. Al primo posto c'è l'abbigliamento e per acquistare si prediligono le prime ore del mattino. A tracciare un quadro delle mamme online in Italia è Privalia, che ha registrato la vendita di oltre 377.000 prodotti della categoria Baby&Kids nel 2014, anno in cui questo comparto ha registrato una crescita del +14% rispetto al 2013. In particolare oggi, le mamme online socie di Privalia, l’outlet online di moda e lifestyle, equivalgono al 56% del totale dei soci, con una concentrazione, pari al 39% del campione, con figli sotto i 10 anni.

E sono proprio loro, in una fascia di età compresa fra i 30 e i 40 anni ad incidere per un valore del 54% sul fatturato delle vendite. Stando ai dati raccolti del primo Privalia Watch, l'osservatorio che indaga i consumi degli italiani e i trend in ascesa, oggi le mamme che si auto-definiscono digital mum sono l’80% delle intervistate; il 20% si ritiene addirittura una very digital mum, costantemente aggiornata, con una ottima padronanza dei diversi device, social network e dei siti di acquisto online.

Il web non solo incide sensibilmente sulle due variabili che, secondo la ricerca di Privalia, fanno da traino allo shopping online (convenienza e possibilità di acquisto h24), ma rappresenta la prima fonte di informazione e confronto per le spese online. Le mamme, infatti, consultano innanzitutto i siti di comparazione di prezzi. Utili, nella fase di reperimento delle informazioni, anche i blog che rimangono tuttora percepiti come una fonte come neutrale e trasparente.

La comparazione continua poi a processo di acquisto effettuato. Sono il 40% le mamme italiane, che condividono abitualmente online recensioni di prodotti acquistati con amiche o altre mamme. Mamme dunque social e sempre più multicanale. Se il pc rimane il canale d’elezione, con il 53% delle preferenze, per gli acquisti online Baby&Kids, è il mobile a seguire, a distanza sempre più ravvicinata, con il 47% degli accessi preferenze, grazie allo sviluppo di siti e outlet online sempre più responsive ed evoluti, in grado di adattarsi graficamente in modo automatico al dispositivo utilizzato.

Gli uomini, per contro, forieri di questo cambiamento, preferiscono già l’acquisto in mobilità (55%) all’acquisto online tramite pc (45%). L’online diventa il canale d’elezione per gli acquisti dei bambini, ancor più di quello degli acquisti per se stesse. Ben il 41% del campione delle mamme intervistate dichiara di dividere equamente il proprio budget a disposizione fra bambini e guardaroba per se stesse. E i propri compagni? Il budget speso per loro non è lontanamente comparabile con quello che le donne con figli indirizzano nel settore Baby&Kids.

Fatto 100, le donne con figli rappresentano il 79% degli introiti del settore Baby&Kids, mentre i papà raggiungono un buon 21%, sfatando il mito che solo le mamme facciano acquisti per i piccoli di casa. Fra queste, a livello nazionale, sono le residenti in Lombardia, poi Lazio e a seguire Piemonte a guidare la classifica delle big spender. Non solo i propri figli, però. Il 63% del campione di socie Privalia utilizza canali di shopping online per acquistare regali per figli di amici.

Delle vere “e-shoppaholic”. Le scelte delle smart mum all’interno del settore Baby&Kids riguardano soprattutto il comparto abbigliamento. L’abbigliamento kids over 5 anni e l’abbigliamento kids per bambini da 2 a 4 anni guidano la top 3 degli acquisti. Seguono le calzature, regalo sempre apprezzatissimo per i più piccoli. Ed è la quotidianità a farla da padrone: oltre l’83% del campione acquista prodotti Baby&Kids online per la vita di tutti i giorni. Una buona parte il 17%, sceglie l’e-commerce appositamente per acquisti in concomitanza di occasioni speciali, come compleanni, nascite o cerimonie.

L’analisi Privalia fa luce anche su un’altra tendenza: la centralità del marchio e la fiducia riposta in esso. Le mamme intervistate affermano nel 65% dei casi di acquistare esattamente gli stessi marchi per se stesse e per i propri figli, soprattutto quando si parla di abbigliamento. Nel paese del prêt-à-porter e del Made in Italy, l’attenzione allo stile rimane pertanto un trend. Non solo per le mamme stesse, ma anche per i più piccoli: il 50% delle intervistate dà un alto valore all’etichetta di essere alla moda, anche per il comparto Baby&Kids.

Si prediligono le prime ore del mattino, al risveglio, per effettuare gli acquisti per i bambini (30% delle preferenze) o il momento del rientro a casa (25%). Mentre i papà che acquistano per i bimbi - percentuale in aumento - sceglie le ore serali.

26 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La morte atroce (e misteriosa) di Montezuma, la furia predatrice dei conquistadores, lo splendore della civiltà azteca perduta per sempre: un tuffo nell'America del sedicesimo secolo, per rivivere le tappe della conquista spagnola e le sue tragiche conseguenze. 

ABBONATI A 29,90€

Il ghiaccio conserva la storia del Pianeta: ecco come emergono tutti i segreti nascosti da milioni di anni. Inoltre: le aziende agricole verticali che risparmiano terra e acqua; i tecno spazzini del web che filtrano miliardi di contenuti; come sarà il deposito nazionale che conterrà le nostre scorie radioattive; a che cosa ci serve davvero la mimica facciale.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa sono i pianeti puffy? Pianeti gassosi di dimensioni molto grandi ma di densità molto bassa. La masturbazione è sempre stata un tabù? No, basta rileggere la storia della sessualità. E ancora: perché al formaggio non si può essere indifferenti? A quali letture si dedicano uomini e donne quando sono... in bagno?

ABBONATI A 29,90€
Follow us