Ecologia

Vacanze sempre più baby friendly, i genitori si affidano al fai da te

Romas, 16 lug. - (AdnKronos) - Aree di gioco attrezzate, servizio di animazione e menu ad hoc. Ecco i tre criteri di scelta per una vacanza sempre più a portata di bambino. Gli italiani, infatti, preferiscono le mete kids included e per pianificare il viaggio si affidano al fai da te. A tracciare il quadro è la survey realizzata da Imaginarium, il brand spagnolo di giocattoli e soluzioni per l’infanzia, che ha interpellato i suoi soci italiani sulle loro abitudini estive.

La vacanza è da fare per il 99,3% degli intervistati, ma soprattutto la vacanza estiva degli italiani è rigorosamente da trascorrere in famiglia. Oltre il 97% del campione dichiara infatti che portare i bambini in vacanza è un piacere, un momento tanto atteso dopo un intenso anno lavorativo. Sono sufficienti 2 settimane per il 32% degli intervistati per godere di una meritata pausa. 3 settimane sono la scelta del 21% del campione.

Stabili al 18% tanto gli italiani che destineranno alle vacanze una sola settimana, quanto i più fortunati che prolungheranno il soggiorno fuori città per 4 settimane. La meta family friendly per eccellenza è il mare. Oltre il 76% del campione opterà per questo tipo di vacanza. Interessante il dato sulle vacanze itineranti, mix di città, natura e avventura: conquistano il 15% delle scelte.

Se, come prevedibile, sono tre regioni italiane di mare, quali Sardegna, Emilia Romagna, segnalata per l’alta qualità dei servizi, e Sicilia a raccogliere il 37,7% delle preferenze, rispettivamente con il 17,5% dei voti, il 9,5% e il 7,7%, è invece il Trentino-Alto Adige che, appena a seguire, tiene alta la bandiera della montagna, con il 7,1% delle scelte. Un territorio che conquista i genitori italiani per la possibilità di vivere esperienze outdoor sicure e davvero a misura di bambino.

L’Italia, con le sue coste, vette, città e laghi batte le mete estere con un 86% vs 14%. Entrando più nello specifico nell’organizzazione della vacanza con i bambini, secondo la survey Imaginarium, i genitori preferiscono organizzarsi da soli. L’84% del campione non fa affidamento a pacchetti turistici od offerte specifiche per le famiglie: si organizza tutto autonomamente.

Alcuni tool utili sono i siti e le app di recensioni per individuare strutture e ristoranti a misura di bambino, consultati da ben l’80% del campione. E i blog di viaggi? Raccolgono ancora molti consensi: il 57% degli intervistati legge abitualmente blog, con l’avvicinarsi delle vacanze, per ricevere consigli e scoprire località inedite.

Perché optare per una meta piuttosto che per un’altra? La condizione essenziale per una vacanza in famiglia è data dalla presenza di aree gioco attrezzate presso lidi o strutture, indispensabili per il 62% degli intervistati, dalla disponibilità di un servizio di animazione per i bambini (21%) e, a seguire, dalla presenza di menu bambini nei ristoranti (9%).

Per il divertimento dei bimbi sarà impensabile rinunciare ai loro giochi preferiti. Un paio di giocattoli leggeri viaggeranno, infatti, in valigia con loro nel 77% dei casi. Il resto dell’intrattenimento sarà dato essenzialmente dai libri, preferiti, per i più piccoli, agli e-book nel 65% dei casi vs 35%.

E se le vacanze dei bambini non coincidono con quelle dei genitori, si resta in città a luglio? La risposta è no nel 97% dei casi. La soluzione preferita, garanzia di affidabilità e sicurezza, sono i nonni. Una risorsa preziosissima che prolunga le vacanze dei piccoli nel 52% dei casi. Seguono i centri estivi con il 40% delle scelte e, a grande distanza, le baby sitter, chiamate in causa solo nel 5% dei casi.

16 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us