Ecologia

Un'altra vittima imprevista del riscaldamento globale: i funghi

I cambiamenti climatici danneggeranno i funghi, con effetti negativi anche sugli alberi che vivono in simbiosi con essi.

"Ectomicorriza" non è una parola che si sente tutti i giorni, eppure tutte le volte che mangiate un porcino o un tartufo ve ne state mettendo un po' in bocca: il termine indica un tipo di relazione simbiotica che si stabilisce tra i funghi e le radici di un albero, con i vantaggi reciproci che ne conseguono. Circa il 60% di tutti gli alberi del pianeta è in una relazione simbiotica di questo tipo, e ora uno studio condotto a Stanford e pubblicato su Journal of Biogeography dimostra che i cambiamenti climatici le stanno mettendo a rischio: entro il 2070, più di un quarto delle specie fungine che popolano le foreste nordamericane (dove è stato condotto lo studio) potrebbe sparire, con conseguenze sull'ambiente potenzialmente devastanti.

Foreste di funghi. Kabir Peay e il suo team hanno analizzato circa 1.500 campioni di suolo provenienti da 68 diverse foreste di conifere del Nord America, dalla Florida all'Alaska, e hanno scoperto che le ectomicorrize di ogni regione hanno una diversa composizione, e coinvolgono quindi specie diverse. Questa eterogeneità è strettamente legata a fattori climatici: le foreste boreali nelle zone fredde, per esempio, raggiungono il picco della loro diversità intorno ai 5 °C, mentre le foreste temperate della costa est hanno bisogno di 20 °C. Confrontando questi dati con le proiezioni climatiche dell'IPCC, il laboratorio di Peay ha così potuto tracciare un quadro di come apparirano gli ecosistemi forestali nel 2070, e scoperto che le foreste americane sono a rischio.

La strage dei funghi. L'aumento previsto delle temperature colpirà in modo particolare le aree più fredde dell'America, dove moltissime specie potrebbero scomparire a causa del caldo. Le conseguenze potrebbero essere preoccupanti, perché i funghi sono un fattore decisivo anche per la crescita degli alberi: proteggono le loro radici (e di conseguenza fermano l'erosione del suolo), accumulano CO2 e favoriscono la crescita dei loro ospiti, aiutandoli nell'assimilazione dell'azoto. Le foreste boreali rischiano di trovarsi all'improvviso al caldo, e senza alcuna protezione dalle temperature più elevate: stando agli autori dello studio, «più di un quarto delle ectomicorrize potrebbe essere eliminato, su un'area di 3,5 milioni di chilometri quadrati, cioè due volte l'Alaska». La soluzione? Ancora manca: l'unica nota di ottimismo nell'intera ricerca è la promessa di studiare con più attenzione il funzionamento degli ecosistemi a bassa diversità fungina, ai quali dovremo con ogni probabilità imparare ad abituarci. Con buona pace dei fungaioli.

..

21 febbraio 2020 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us