Ecologia

Turismo a 'quattro zampe', in Italia un affare da 360 milioni di euro all'anno

Accordo Cia-Enci per lo sviluppo

Roma, 17 set. (AdnKronos) - Agricoltore e cane è un sodalizio che funziona. Da oggi, a sancirlo, è il protocollo d’intesa messo a punto da Cia-Confederazione italiana agricoltori ed Enci-Ente Nazionale della Cinofilia Italiana che mette nero su bianco una strategia precisa. Per le famiglie italiane, ad esempio, non sarà più un problema sistemare il proprio amico a quattro zampe per le vacanze: oltre 4.500 agriturismi, disseminati sul territorio, saranno in grado di offrire ospitalità e il massimo del comfort a cani e proprietari.

Tra i contenuti dell'intesa firmata dai presidenti nazionali di Ciaì ed Enci, Dino Scanavino e Espedito Massimo Muto, un marchio di qualità, tipo 'fattoria cinofila', per l’accoglienza del turismo 'a quattro zampe' negli agriturismi e per gli allevamenti 'doc', interventi di recupero dell’istinto difensivo di alcune razze e consulenze fiscali per i proprietari.

Il mondo cinofilo con l’indotto muove la cifra record di un miliardo di euro circa, tra spese veterinarie, certificazioni, commercio, gare, fiere, prodotti per l’alimentazione e cura, attrezzature e oggettistica. Oltre il 75 per cento degli agricoltori ha un cane, come una famiglia di cittadini su quattro; sono circa 140mila quelli di razza purissima censiti e che partecipano ad esposizioni e gare, muovendo un business di decine di milioni di euro ogni anno. Questa cifra cresce fino a toccare il miliardo di euro all’anno, sommando agli oltre 360 milioni del 'turismo a quattro zampe', il mercato degli allevamenti (ogni cane di pregio supera mediamente i mille euro di valore commerciale), quello dei prodotti per la cura, l’alimentazione, farmaci, certificazioni, spese veterinarie e i fatturati dei negozi per il 'pet'.

Del resto, si stimano in circa 2,5 milioni il numero di cani adottati dalle famiglie italiane. Cifra destinata a crescere sensibilmente, in questi tempi di grande e diffuso stress tra le persone, visti i comprovati risultati ottenuti dalla 'pet therapy', che vedono proprio il cane tra i migliori interpreti.

Nel nostro Paese ogni anno si svolgono oltre 2.400 iniziative che vedono l’amico a quattro zampe protagonista e con loro i proprietari al seguito. Gli allevamenti di cani sono aumentati negli ultimi 10 anni di oltre il 15 per cento. Allevare cani, poi, è a pieno titolo un’attività agricola, a fronte di precisi requisiti: non meno di 30 cuccioli nati entro 360 giorni e il possesso di almeno 5 mamme idonee alla riproduzione.

Altro aspetto interessantissimo, presente nell’accordo, è quello relativo alla realizzazione di progetti tesi al recupero dell’istinto difensivo di alcune razze canine, che nel tempo hanno perso la loro vocazione originaria.

L’esempio più eclatante è quello del maremmano-abruzzese utilizzato per proteggere il gregge dall’abigeato in alcuni territori e in altri dall’attacco dei predatori selvatici. Tema, quest’ultimo, tornato di strettissima attualità con il proliferare e la perdita di controllo della fauna selvatica, come lupi e cinghiali, che produce danni enormi e mattanze negli allevamenti ovi-caprini e non solo.

17 settembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us