Ecologia

Strumento anti-crisi o di marketing, nei "non-negozi" lo shopping è gratis

Mercatini, bazar e supermercati "money-free" che grazie a donatori, volontari e aziende consentono di ottenere beni e servizi, senza mettere mano al portafogli

Roma, 18 feb. - (AdnKronos) - Solidarietà, cultura del riuso, ricetta anti-crisi o strumento di marketing. Motivazioni diverse tra loro che hanno dato vita a una nuova tendenza, quella dei cosiddetti “non negozi”: supermercati, bazar, mercatini “money-free” nei quali ottenere beni e servizi, senza mettere mano al portafogli. Come? Ecco qualche esempio.

I cittadini di Bolzano possono portare gli oggetti che non usano più, ma che potrebbero servire ad altri, a “Passamano”; chi ha bisogno, può prendere in questo “non negozio” fino a 5 oggetti a settimana, senza pagare niente, dai libri agli articoli sportivi, dai piccoli elettrodomestici ai giocattoli e i vestiti. “E' una filiera tutta gratuita che ho avviato grazie a un negozio ereditato, che ho messo a disposizione gratuitamente e in cui oggi lavorano tra i 25 e i 30 volontari – spiega all'Adnkronos l'ideatore Alessandro Borzaga - non si paga niente, chi vuole può fare un'offerta ed è grazie alle donazioni che paghiamo le spese telefoniche o le bollette”.

Iniziativa di successo, visto che “dopo due anni e mezzo abbiamo preso anche un laboratorio in cui realizziamo oggetti d'arte o di uso comune e riparazioni di bici - aggiunge Borzaga - E grazie al Comune e alla municipalizzata dei rifiuti, abbiamo dato vita a 'Passamano in piazza': una volta al mese, ogni volta in una piazza diversa, i cittadini possono portare oggetti, anche di grandi dimensioni, e lasciarli lì per chi ne ha bisogno”.

A Bologna, nel quartiere Santo Stefano, c'è invece un mercatino che unisce promozione della cultura del riuso e beneficenza. Si chiama Re-Use for Good e ad aprirlo è stata l'associazione Re-Use with Love per fornire gratuitamente o a fronte di una donazione simbolica, capi di abbigliamento, accessori, scarpe, abbigliamento sportivo, giochi, libri, usati e in buono stato, a tutti i cittadini residenti italiani e stranieri che ne abbiano necessità o bisogno. Obiettivi: educazione al riuso, contrasto agli sprechi.

Per rimanere in Emilia Romagna, a Modena c'è l'Emporio Portobello, un vero e proprio supermercato in cui chi è in difficoltà economica può fare la spesa gratis e pagare offrendo ore di volontariato che si trasformano in punti utili per acquistare i prodotti donati da aziende, privati o ricavati da raccolte alimentari.

Ed ecco qualche dato sull'attività di Portobello: 500.000 euro il valore dei prodotti distribuiti in un anno grazie alle donazioni; 40 le aziende donatrici; 1.800 le persone che hanno beneficiato di Portobello in un anno; 50% è il fabbisogno mensile che Portobello copre per ciascuna famiglia.

Ma non è solo la solidarietà la motivazione che sta alla base di queste iniziative, che possono rivelarsi anche un utile strumento di pubblicità per le aziende. Un esempio è il danese Freemarket, nel quartiere Frederiksberg a Copenaghen: qui la spesa si fa gratis, basta impegnarsi a pubblicizzare i prodotti scelti sui social network.

Con lo slogan “Prova prima di comprare”, il consumatore è invitato a registrarsi al sito del negozio pagando un canone mensile di circa 2,50 euro; fatto questo è libero di scegliere fino a 10 prodotti al mese (tutti diversi), scattare una foto a quelli selezionati e la pubblica su Facebook, Twitter o Instagram con una descrizione e un giudizio.

Da parte loro, anche le aziende versano una quota a Freemarket e, naturalmente, forniscono i prodotti che vogliono pubblicizzare e far provare ai consumatori.

18 febbraio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us