Ecologia

Sostenibilità: Libeskind racconta il colore, la scoperta viaggiando

tra le iniziative per il Fuorisalone 2015 con Oikos l'installazione Future Flowers

Milano, 15 apr. - (AdnKronos) - "Quando ero piccolo vivevo in Polonia, una città grigia e priva di colore. Il colore poi, l'ho scoperto più avanti, durante i miei viaggi, e ho capito di essere stato cieco per 11 anni della mia vita". Ha aperto così Daniel Libeskind la Lectio Magistralis di oggi pomeriggio, che si è tenuta nell'Aula Magna dell'Università Statale di Milano.

L'archistar statunitense ha parlato di colore, ricerca, sostenibilità, con un focus sulle sue iniziative realizzate per il Fuorisalone 2015 con Oikos: una nuova collezione di colori e l'installazione Future Flowers, allestita nel Cortile Farmacia dell'Università Statale di Milano, fino al 24 maggio. "Non si tratta di classici fiori - racconta Libeskind - li ho creati io attraverso elementi architettonici di design e attraverso il colore".

Per l'architetto il tema del colore è da sempre un elemento imprescindibile, e lo stesso è per Oikos. "Il mio colore preferito, oltre al rosso utilizzato per l'installazione con Oikos, è l'arcobaleno. Da quando collaboro con l'azienda mi sono appassionato. La mia casa di New York è nata bianca, e tra poco diventerà coloratissima", aggiunge l'Archistar.

La forza dei colori e della materia Oikos è quella di nascere da un pensiero specifico, da un momento creativo unico e di non avere limiti. È il frutto della ricerca Oikos del "Senso della Materia": un percorso di oltre trent'anni che, in sinergia con gli architetti, trasforma un prodotto industriale in una materia artigianale, elaborata su misura.

In questo modo, nessuna problematica tecnica è in grado di limitare la creatività del progettista, assicurando al contempo sostenibilità e tenuta. Risultati estetici di grande impatto combinati con caratteristiche tecniche di assoluta eccellenza.

15 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us