Ecologia

Sostenibilità 'in rosa', donne più sensibili ai temi ambientali

Roma, 2 ott. - (AdnKronos) - La sostenibilità ambientale è donna. Il pubblico femminile, infatti, si dimostra più convinto e coerente nelle sue scelte ecologiche rispetto alla controparte maschile. Lo conferma il 'laboratorio' interculturale avviato da Birrificio Angelo Poretti, Birra Ufficiale di Padiglione Italia, a Expo 2015 dove ha realizzato oltre 400 interviste personali in collaborazione con AstraRicerche.

In particolare dalla prima delle 4 rilevazioni in programma dal titolo “Preoccupazione ambientale e favore per le marche attente all’ambiente” è emerso che il 33% degli intervistati si è detto “molto preoccupato per la tenuta ambientale del pianeta” appena meno per il proprio Paese, decisamente meno per la propria città: la preoccupazione è globale più che locale.

L’85% delle donne è molto/abbastanza preoccupata per l’ambiente a livello globale (contro il 79% degli uomini). L’elevata preoccupazione cresce con l’età in modo continuo (il 25% dei più giovani si dichiara molto preoccupato rispetto al 43% dei meno giovani).

Il 72% delle intervistate, inoltre, ha manifestato la sua disponibilità a “pagare i prodotti un po’ di più” se prodotti da marche attente all’ambiente (contro il 63% degli uomini), evidenziando come ecologico non sia più sinonimo di economico ma una scelta di valore consapevole e condivisa con la marca.

Secondo l'indagine il 90,5% degli intervistati ha espresso il pieno apprezzamento nei confronti della marca attenta all’ambiente dicendosi disponibile “a suggerirla ad amici e parenti” svelando di provare un forte “senso di orgoglio nell’utilizzo dei suoi prodotti”.

La preoccupazione per lo stato di salute dell’ambiente nel mondo è un tema che coinvolge oltre l’80% degli intervistati. Tra questi, l’universo femminile si dimostra un passo avanti rispetto a quello maschile in termini di sensibilità ambientale e di concreta disponibilità a sostenere le marche più attente all’ambiente.

Un elemento curioso che spicca nella ricerca è che la preoccupazione ambientale ha una connotazione molto global e assai meno local, ovverosia gli intervistati temono il deteriorarsi dell’ecosistema su scala mondiale (81%) più di quello a livello nazionale (74%) o della loro città (47,5%).

In termini anagrafici, invece, l’apprensione per la situazione globale cresce con l’età in modo continuo, passando dal 25% di “molto preoccupati” nella fascia tra i 18 e 24 anni al 43% tra gli over 54.

Di contro, il livello di preoccupazione per la propria città raggiunge il picco nelle fasce d’età 25-34 e 45-54 per digradare sensibilmente in età più avanzata. La ricerca di AstraRicerche per Carlsberg Italia mette sotto la lente anche il rapporto tra i consumatori e le marche più attive sul fronte della sostenibilità ambientale da cui emerge un atteggiamento di aperto consenso.

2 ottobre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us