Ecologia

Sorpresa! Saab è viva e farà solo auto elettriche

Ma il boom delle auto verdi non arriverà prima del 2020

di
Lo storico marchio svedese è stato salvato dalla bancarotta da National Electric Vehicle Sweden, un consorzio con azionisti svedesi, giapponesi e cinesi. Produrrà solo auto elettriche, ma non mancano le polemiche.

"Saab è ancora viva, ma quante auto riuscirà a vendere? Forse solo 2000 l'anno"

Morta a chi? -

Saab era morta e che le ultime auto prodotte erano parcheggiate su un molo in attesa di essere vendute

La nuova produzione - Ripartire, però, non sarà facile. Saab non ha mai prodotto auto elettriche e bisogna iniziare dai progetti. Così come è anche ammodernare la fabbrica e adattarla alle nuove auto, diverse da quelle a benzina o diesel. La nuova proprietà afferma che la produzione ripartirà a fine 2013 e le vendite a inizio 2014, ma non è chiaro di quante auto stiamo parlando. Il mercato dell'elettrico, infatti, deve ancora nascere.

Polemiche a non finire - Come riporta Saab News, blog italiano di notizie sul mondo Saab, le polemiche e le critiche alla scelta dell'elettrico non mancano. L’ex presidente dell’Associazione di subappaltatori automobilistici svedesi Clepa Lars Holmqvist ha dichiarato: «Sono solo poche centinaia i posti di lavoro promessi per gli ingegneri svedesi. Non riesco a comprendere i concetti segnalati, quello che abbiamo sentito sono solo un sacco di speranze». Secondo Holmqvist, infatti, il mercato delle elettriche è troppo piccolo e Saab riuscirà a vendere al massimo 2000 auto l'anno. (sp)

Detroit 2012: le migliori auto ibride ed elettriche

15 giugno 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us