Ecologia

Slow Food porta a Expo i princìpi del buono, pulito e giusto

In programma allo Slow Food Theater conferenze, dibattiti, presentazioni, ma anche proiezioni di film e selezioni musicali

Milano, 24 apr. - (AdnKronos) - A Expo 2015 il programma dello Slow Food Theater, lo spazio all’interno dell’area di Slow Food in cui assistere a conferenze, dibattiti, presentazioni, ma anche proiezioni di film e selezioni musicali, in cui incontrare la rete mondiale di Slow Food e Terra Madre e conoscere le storie di quanti già oggi stanno nutrendo il pianeta ispirati dai princìpi del buono, pulito e giusto.

"Il palinsesto dello Slow Food Theater si rinnova ogni giorno proprio perché noi vogliamo che questo spazio sia un collettore di testimonianze - racconta Gaetano Pascale, presidente di Slow Food Italia - A chiusura di Expo potremo sfogliarlo, proprio come un libro in cui saranno riunite le tante idee e proposte ospitate da Slow Food per nutrire il pianeta".

Si comincia il 1 maggio: alle 12 con Yvan Sagnet, camerunense e sindacalista della Flai Cgil, nella giornata dedicata in tutto il mondo al lavoro e ai lavoratori, si parlerà dei "lati bui" del lavoro in agricoltura, dal caporalato ai diritti negati; alle 15 con Fabio Terribile, presidente della società italiana di pedologia, si parlerà di suolo e del suo stato di salute.

Il 19 maggio Carlo Petrini e Jacques Herzog racconteranno il progetto condiviso per la creazione dell’area Slow Food all’interno di Expo e le idee per il futuro delle strutture, interamente smontabili e riutilizzabili. Ogni mattina alle ore 11 nello Slow Food Theater sono in programma laboratori e attività educative per scolaresche e famiglie, dedicate ad alcuni temi cari alla chiocciola (si parte con la lotta agli sprechi e le api).

Non mancano gli appuntamenti con studenti, docenti e ricercatori dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche. Aspettando Terra Madre Giovani, l’appuntamento che dal 3 al 6 ottobre riunirà contadini, allevatori, pescatori e studenti da tutto il mondo, il teatro ospita regolarmente un giovane protagonista del futuro del cibo. Spazio anche a documentari e corti provenienti da tutto il mondo e dedicati ai temi che più sono vicini all’azione quotidiana di Slow Food.

Tra le proiezioni il film realizzato da Ermanno Olmi per Expo 2015: "Il Pianeta che ci ospita", che sarà proiettato nello Slow Food Theater ogni sera alle ore 20, da maggio a ottobre.

Ambasciatori chiamati a rappresentare la biodiversità, i formaggi a latte crudo e i vini. Il formaggio è un alimento semplice fatto di latte, caglio e sale, ma partendo da latti diversi per tipologia dell’animale, caratteristiche del pascolo, tecniche di produzione e conservazione, il mondo offre oltre 2.000 prodotti diversi fra loro.

In degustazione ogni settimana quattro formaggi a latte crudo: un grande italiano, due regionali e una specialità internazionale.

Il tutto accompagnato da un calice della selezione della Banca del vino di Pollenzo, che racconta un altro pezzo di biodiversità: quello dei 600 vitigni che ancora oggi sono coltivati per produrre vino in Italia.

Gli edifici dello spazio Slow Food, realizzati interamente in legno certificato Pefc e progettati dallo studio Herzog & de Meuron di Basilea, ospitano la mostra "Scopri la biodiversità", le aree degustazione Slow Cheese e Slow Wine, lo spazio associativo e la libreria di Slow Food Editore. Al centro un orto con erbe officinali, verdure, leguminose, ognuna con un ruolo specifico per l’equilibrio dell’ecosistema. Un settore particolare è dedicato al compostaggio e alla fertilizzazione. Non mancano i consigli per creare un perfetto orto sul balcone di casa.

24 aprile 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us