Ecologia

Sinergie, il marchio della sostenibilità per il pomodoro siciliano

Roma, 24 mag. -(AdnKronos) - Garante dell'alta qualità, del gusto e della provenienza da agricoltura sostenibile. E' Sinergie il sigillo di sostenibilità che dal 2015 distingue le varietà italiane di pomodoro da mercato fresco unendo produttori di primissimo piano in Sicilia: Sata, Siriac e Syngenta.

Ognuna delle aziende agricole ha portato la propria storia e vocazione all'eccellenza, trovando nel 'fare sistema' gli strumenti e le risorse aggiuntive per essere protagonista di un'innovazione sostenibile in linea con le richieste della grande distribuzione e la crescente domanda di genuinità da parte del consumatore.

Un esempio calzante di questo percorso fatto di persone, lavoro e passione avviato quasi cinque anni fa in Sicilia e che sta ottenendo riscontri commerciali più che soddisfacenti è rappresentato dal Gruppo Libretti di Vittoria (Ragusa), considerata tra le aziende di riferimento in Sicilia per la produzione di ortaggi, e in particolare per il pomodoro ciliegino. Nata nel 1950 come piccola azienda agricola, il Gruppo Libretti è espressione di una cultura contadina che ha saputo rinnovarsi nel tempo tenendo vivo un modo autentico di fare agricoltura.

La meticolosa ricerca del periodo ideale per la semina, per le cure e per la raccolta dei prodotti in ogni appezzamento, ad esempio, costituisce tuttora una fonte di autentica gratificazione, capace di riempire un'esistenza. Con gli anni, la continua evoluzione commerciale ha arricchito l'Azienda di nuove motivazioni, facendo maturare la consapevolezza dell’importanza di non disperdere le conoscenze acquisite per valorizzare il patrimonio ortivo e potersi confrontare con l’evoluzione del mercato.

"La nostra filosofia aziendale, esattamente come quella che anima Sinergie - sottolinea Giuseppe Libretti, direttore commerciale del Gruppo - si fonda su una grande passione per la qualità, con i prodotti seguiti e controllati in tutte le zone di produzione e per l’intera filiera. Con le aziende partner del programma ci siamo trovati nel comune impegno a selezionare le varietà migliori e più resistenti con l’obiettivo di ridurre gli interventi su sistemi di coltivazione a basso impatto ambientale".

"Grazie alla consulenza e all’assistenza fornite da Syngenta, Sata e Siriac abbiamo perfezionato tecniche di coltivazione che seguono il metodo della lotta integrata, garantendo un'agricoltura di qualità secondo una concezione pienamente ecosostenibile. Per intenderci, l'uso dei prodotti chimici, oltre ad essere minimizzato e razionalizzato, è integrato con efficaci metodi agronomici e biologici". Attualmente, l’Azienda di Vittoria è impegnata nella produzione di due varietà di pomodoro da mercato fresco incluse nel progetto Sinergie: Arawak, varietà di Cuore di bue, e Pakyta, nel segmento Mini Plum.

Soddisatto anche Marco Cantoni, responsabile orticole di Syngenta in Italia. "L'esperienza maturata in questi anni collaborando con aziende agricole di primo piano come Libretti - sottolinea - è la dimostrazione più evidente che fare sistema crea valore. La maggiore sfida che abbiamo affrontato è stata quella di rispondere alla crescente domanda di sostenibilità da parte del consumatore e, allo stesso tempo, assicurare una visibilità adeguata ai prodotti coltivati in Sinergie all'interno del punto vendita".

"Questa è la ragione - conclude Cantoni - che ci ha spinti in primo luogo a fare sistema con alcune delle aziende agricole di eccellenza del Paese e con partner come Sata e Siriac e poi a rafforzare i contenuti di garanzia dei marchi dei produttori o dell’insegna del distributore con il sigillo di sostenibilità Sinergie".

24 maggio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us