Ecologia

Sfida tra veicoli del futuro ad alta efficienza, bene l'Italia alla Shell Eco-Marathon

In 'pista' a Londra 200 team, provenienti da 29 Paesi europei

Roma, 6 lug. (AdnKronos) - Una sfida tra veicoli avveniristici ad alta efficienza energetica progettati da studenti delle scuole superiori e delle università di tutta Europa. Si è conclusa la 31esima edizione della Shell Eco-Marathon Europe, importante progetto di educazione e formazione sulla mobilità sostenibile. Dal 30 giugno al 3 luglio è stato così possibile osservare, sulle strade del Queen Elizabeth Olympic Park di Londra, quanto realizzato da parte di 200 team, provenienti da 29 Paesi europei, che hanno ideato e costruito, nel corso degli ultimi 12 mesi, veicoli in grado di percorrere la maggior distanza possibile con l’equivalente di un litro di carburante o un kWh di energia.

Buona la prova per i team italiani che hanno registrato nuovi importanti record. L’Italia ha partecipato alla finale con 6 team composti da studenti provenienti da 4 Regioni - Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte - con 2 veicoli nella categoria più tradizionale Urban Concept, e 4 in quella Prototipi che include le auto con design avveniristici.

Il team H2polit0-molecole da corsa del Politecnico di Torino, con IDRAkronos, ha ottenuto il 1° posto, imponendosi su ben 20 team concorrenti, nella categoria Prototipi alimentati a idrogeno, migliorando notevolmente i risultati conseguiti nella scorsa edizione e grazie ai quali aveva raggiunto il 6° posto in classifica. Il veicolo piemontese, realizzato in fibra di carbonio e alimentato con una cella combustibile a idrogeno ha percorso 737 km con un solo metro cubo di combustibile: una distanza maggiore di quella che separa Torino da Roma.

Ottimi risultati anche per il Team Zero C dell’Itis Leonardo da Vinci di Carpi (Modena) che, con il veicolo a batteria elettrica realizzato interamente in fibra di carbonio Escorpio Evo 2, ha raggiunto il 2° posto percorrendo 736.1 km/kWh rispetto ai 600.8 km/kWh del 2015 con cui si era classificato in 6° posizione. Sul podio anche il team FaenzaNaftaRacing dell’Itip L. Bucci di Faenza (Ravenna) e l’Unibas Racing team dell’Università degli studi della Basilicata, entrambi al 3° posto rispettivamente nella categoria Prototipi alimentati a Diesel, con il veicolo realizzato interamente in fibra di carbonio FaBi Sparkless, e Prototipi a gas naturale compresso, con il veicolo Potentia che ha percorso 512.8 km/l rispetto ai 349 dell’edizione 2015 che gli avevano permesso di raggiungere il 27° posto.

Buone performance delle squadre italiane anche nella categoria Urban Concept dove il team H2polit0 - Molecules going hybrid del Politecnico di Torino e il team Mecc-H2 del Politecnico di Milano hanno ottenuto il 5° posto con veicoli alimentati a etanolo e a batteria elettrica.

"Anche quest’anno l’Italia si è distinta non solo per gli ottimi risultati raggiunti dalle squadre durante la competizione, ma anche per la passione e l’impegno profusi in ogni fase della gara", sottolinea Valeria Contino, responsabile Relazioni esterne Shell Italia O.P.

Un successo anche per l’affluenza di pubblico, con oltre 30mila visitatori di tutte le fasce di età e la partecipazione di due legende dello sport come Pelé e Kimi Räikkönen. Inoltre, grazie al festival 'Make the Future', è stata offerta l’opportunità al pubblico di osservare e vivere in anteprima gli aspetti che potrebbero rappresentare il futuro dell’energia.

Novità assoluta dell’edizione 2016 è stata la Drivers' World Championship, una competizione globale dove i migliori team provenienti da Asia, Americhe ed Europa si sono sfidati per decretare quale sia il veicolo più efficiente al mondo sul piano energetico. Ad ottenere il riconoscimento è stata l’Universitas Pendidikan dell’Indonesia. Il team è stato premiato con una settimana di formazione presso la Scuderia Ferrari a Maranello, dove i membri della squadra potranno incontrare il team della Formula 1 e ricevere consigli su come migliorare le proprie prestazioni.

Shell, oltre a premiare i migliori veicoli ad alta efficienza energetica, riconosce la creatività e l’eccellenza emerse dalle performance assegnando gli Off-track Awards ai team che si sono fatti notare per l’innovazione tecnologica, il design, la sicurezza, la comunicazione e per coloro che meglio hanno saputo rappresentare lo spirito dell’evento. Anche in questo caso il team piemontese H2polit0 - molecole da corsa si è distinto vincendo l’Off-track Awards per il design. 'IDRAkronos', infatti, oltre ad essere stato giudicato quale veicolo efficiente, ecologico ed aereodinamico, è stato realizzato ponendo una particolare cura nei dettagli estetici.

6 luglio 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us