Ecologia

Settimana per la Riduzione dei Rifiuti, oltre 5.600 iniziative contro lo spreco alimentare

Si terrà dal 22 al 30 novembre la sesta edizione della SERR (European Week for Waste Reduction), quest'anno dedicata al tema della lotta allo spreco alimentare

Roma, 11 nov. (AdnKronos) - La lotta allo spreco alimentare al centro della sesta edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Week for Waste Reduction). Ancora una volta, con numeri da record: ben 5643 azioni 'validate'.

Da concorsi di cucina con gli avanzi a laboratori di compostaggio con gli scarti organici, dal recupero delle eccedenze alimentari di negozi e cooperative agricole alla formazione di catene di ecoristoranti: l'obiettivo primario della Settimana è il coinvolgimento attivo di cittadini, istituzioni e imprese. Tra i partecipanti, si legge in una nota, Intesa San Paolo che realizzerà azioni in tutte le sue filiali, il gruppo Simply Market e Auchan che in tutti i loro punti vendita sensibilizzeranno i clienti a un consumo consapevole e a una riduzione degli sprechi, Autogrill, con il suo punto vendita a Villoresi est (sull'autostrada A8), Humana People to People con la raccolta straordinaria di abiti usati e il Mercatino con l'organizzazione di mercatini in tutti i punti vendita d'Italia.

In Italia la Serr è promossa dal Comitato promotore nazionale composto da Ministero dell'Ambiente, Anci, Provincia di Torino, Provincia di Roma, Federambiente, Legambiente, Aica, Erica Soc. Coop. ed Eco dalle Città. Sponsor dell'iniziativa sono Conai, Consorzio Nazionale per il recupero degli Imballaggi e i consorzi di filiera (Comieco, Corepla, Coreve, CiAl, Ricrea e Rilegno). La Serr, che si avvale del sostegno della Commissione Europea, in Italia è patrocinata da Unesco, Presidenza della Repubblica, Camera dei Deputati, Senato della Repubblica e Ministero dell’Ambiente.

11 novembre 2014 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us