Ecologia

Il mondo senza l'uomo: un grande Serengeti

Una nuova ricerca completa di mappa mostra come sarebbero distribuiti i grandi mammiferi sul pianeta se non ci fosse l'uomo. La Terra somiglierebbe a un grande parco faunistico protetto.

Come sarebbero l'Italia, l'Europa, il mondo intero, se l'uomo non fosse mai apparso sulla Terra? Una domanda che sembra poco più che un gioco, ma che ha profonde ricadute scientifiche e alla quale hanno cercato di dare una risposta i ricercatori della Aarhus University (Danimarca).

Senza la comparsa dell'Homo sapiens, l'Europa non solo sarebbe stata popolata da un'enorme quantità di lupi, alci e orsi, ma avrebbe visto pascolare anche un gran numero di elefanti e rinoceronti.

Dove vivrebbero. In un precedente studio dei medesimi ricercatori si dimostrava come l'estinzione in massa dei grandi mammiferi avvenuta dopo l'ultima Era glaciale fosse stata causata in gran parte dell'espansione dell'uomo moderno, l'Homo habilis. Il nuovo studio cerca di chiarire come sarebbe stata la distribuzione dei grandi mammiferi in base alle necessità ecologiche e alla geografia del pianeta se non fosse comparso l'uomo sulla Terra.

Ecco come sarebbero distribuiti i grandi mammiferi (cioè più pesanti di 45 kg), in assenza dell'uomo. La mappa mostra l'ipotetica densità di animali ogni 100 km quadrati. © Soren Faurby

AFRICA, ULTIMO RIFUGIO. «L'Europa non è l'unico luogo al mondo dove gli esseri umani hanno ridotto drasticamente le specie di mammiferi. Il fenomeno è mondiale. Se non ci fosse stato l'uomo sulla Terra la distribuzione dei mammiferi sarebbe stata molto diversa rispetto a quella che vediamo» spiega Jens-Christian Svenning, responsabile della ricerca.

Il fatto, dunque, che oggi la maggior parte dei grandi mammiferi viva in Africa, non è dovuto tanto al clima o all'ambiente ottimale, quanto alla scarsità di pressione umana rispetto ad altre aree del pianeta: qui l'uomo, a causa di molteplici fattori, non si è espanso come in altre parti della Terra.

Spazi sconfinati. Se si guarda la mappa dell'ipotetica distribuzione dei grandi mammiferi sulla Terra, si vede che - senza l'uomo - Nord e Sud America e Nord Europa accoglierebbero un gran numero di specie in più rispetto alla situazione attuale.

In assenza dei Sapiens, l'orso bruno avrebbe popolato anche pianure e colline italiane. © BioParco Roma

ORSI IN PIANURA. Un discorso analogo vale anche per le aree montuose dell'Europa e dell'Italia, generalmente più ricche di fauna di quelle pianeggianti. Anche in questo caso le specie viventi hanno trovato nelle aree montuose un rifugio lontano dall'uomo più che un habitat particolarmente adatto alla loro esistenza.

«Un esempio è l'orso bruno, che ormai si trova solo nelle aree montuose, mentre potrebbe benissimo vivere anche in pianura, da dove è stato scacciato dalla presenza dell'uomo» sottolinea Soren Faurby, co-autore della ricerca.

24 agosto 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita, privata e politica, di Winston Churchill, il grande statista inglese che ha salvato il mondo dalla follia di Hitler. Il segreto della sua forza, le – non poche – debolezze, l'infanzia e i talenti dell'inquilino più famoso di Downing Street. E ancora: come nel 1021 il vichingo Leif Eriksson “scoprì” l'America; nella Vienna di Klimt; tutti gli inquilini del Quirinale; Tangentopoli e la fine della Prima Repubblica.

ABBONATI A 29,90€

Il lockdown e la rivoluzione digitale stanno cambiando il nostro modo di curarci. Ecco come gestire al meglio televisite e bit-terapie. Inoltre, gli impianti nucleari di nuova generazione; la prima missione del programma Artemis che ci riporterà sulla Luna; i vaccini e le infinite varianti del Coronavirus

ABBONATI A 31,90€
Follow us