Ecologia

Roma non rinuncia alla Marcia globale per il clima, si parte da Campo de’ Fiori

appuntamento il 29 novembre, spostato il luogo per motivi di sicurezza

Roma, 23 nov. - (AdnKronos) - No alla Marcia per il Clima a Parigi: dopo i tragici attentati, infatti, il governo francese ha cancellato la manifestazione nella capitale per motivi di sicurezza. Ma dalla Ville Lumière passando per i social, i cittadini hanno lanciato un appello a tutto il resto del mondo: “Marciate anche per noi”. E così, il 29 novembre, da San Paolo a Nuova Delhi, passando per Kampala, Melbourne, Ottawa, Tokyo e Roma, in migliaia scenderanno in piazza per dare vita ad oltre 2mila appuntamenti in oltre 150 Paesi. Una mobilitazione globale, per chiedere che alla Cop21 si giunga ad un accordo ambizioso in grado di assicurare un futuro giusto e sostenibile per tutto il pianeta.

Una mobilitazione che, proprio alla vigilia del summit di Parigi che chiama a raccolta i governi di oltre 190 Paesi, non ha paura del terrorismo: “Rischi? Non credo, e più gente ci parteciperà, meno pericoli ci saranno. I francesi ci hanno insegnato che bisogna reagire unendo le forze e affermando gli obiettivi di pace”, spiega all’Adnkronos Mariagrazia Midulla del Wwf, una delle sigle aderenti alla Coalizione italiana clima che organizza la marcia nel nostro Paese.

“Affrontare i cambiamenti climatici è un modo per unire le forze perché è un tema che riguarda tutti, senza distinzioni”, continua Midulla. Uniti e decisi, ma con qualche precauzione. Intanto, il programma iniziale per Roma prevedeva la partenza da piazza Farnese, dove ha sede l'Ambasciata di Francia, appuntamento ora spostato a Campo de’ Fiori su richiesta della Questura per motivi di sicurezza.

Partenza alle ore 14 in direzione di via dei Fori imperiali dove si terrà un grande concerto alle ore 17. Ad alternarsi sul palco ci saranno Bandabardò, Dolcenera, Meganoidi, Têtes de Bois, Kutzo, Sandro Joyeaux e molti altri; presenteranno Massimo Cirri e Sara Zambotti.

23 novembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Gli eccessi della Rivoluzione francese raccontati attraverso la tragedia delle sue vittime più illustri, Luigi XVI e Maria Antonietta. La cattura, la prigionia, i processi e l’esecuzione della coppia reale sotto la lama del più famoso boia di Parigi. E ancora: come si studiava, e si insegnava, nelle scuole del Cinquecento; l’ipotesi di delitto politico dietro la morte di Pablo Neruda, pochi giorni dopo il golpe di Pinochet; l’aeroporto di Tempelhof, a Berlino, quando era palcoscenico della propaganda nazista.

ABBONATI A 29,90€

Perché il denaro ci piace tanto? Gli studi spiegano che accende il nostro cervello proprio come farebbe gustare un pasticcino o innamorarsi. E ancora: la terapia genica che punta a guarire cardiopatie congenite o ereditarie; come i vigili del fuoco affinano le loro tecniche per combatte gli incendi; i trucchi della scienza per concentrarsi e studiare meglio; si studiano i neutrini nel ghiaccio per capire meglio la nostra galassia.

ABBONATI A 31,90€
Follow us