Ecologia

Roma non rinuncia alla Marcia globale per il clima, si parte da Campo de’ Fiori

appuntamento il 29 novembre, spostato il luogo per motivi di sicurezza

Roma, 23 nov. - (AdnKronos) - No alla Marcia per il Clima a Parigi: dopo i tragici attentati, infatti, il governo francese ha cancellato la manifestazione nella capitale per motivi di sicurezza. Ma dalla Ville Lumière passando per i social, i cittadini hanno lanciato un appello a tutto il resto del mondo: “Marciate anche per noi”. E così, il 29 novembre, da San Paolo a Nuova Delhi, passando per Kampala, Melbourne, Ottawa, Tokyo e Roma, in migliaia scenderanno in piazza per dare vita ad oltre 2mila appuntamenti in oltre 150 Paesi. Una mobilitazione globale, per chiedere che alla Cop21 si giunga ad un accordo ambizioso in grado di assicurare un futuro giusto e sostenibile per tutto il pianeta.

Una mobilitazione che, proprio alla vigilia del summit di Parigi che chiama a raccolta i governi di oltre 190 Paesi, non ha paura del terrorismo: “Rischi? Non credo, e più gente ci parteciperà, meno pericoli ci saranno. I francesi ci hanno insegnato che bisogna reagire unendo le forze e affermando gli obiettivi di pace”, spiega all’Adnkronos Mariagrazia Midulla del Wwf, una delle sigle aderenti alla Coalizione italiana clima che organizza la marcia nel nostro Paese.

“Affrontare i cambiamenti climatici è un modo per unire le forze perché è un tema che riguarda tutti, senza distinzioni”, continua Midulla. Uniti e decisi, ma con qualche precauzione. Intanto, il programma iniziale per Roma prevedeva la partenza da piazza Farnese, dove ha sede l'Ambasciata di Francia, appuntamento ora spostato a Campo de’ Fiori su richiesta della Questura per motivi di sicurezza.

Partenza alle ore 14 in direzione di via dei Fori imperiali dove si terrà un grande concerto alle ore 17. Ad alternarsi sul palco ci saranno Bandabardò, Dolcenera, Meganoidi, Têtes de Bois, Kutzo, Sandro Joyeaux e molti altri; presenteranno Massimo Cirri e Sara Zambotti.

23 novembre 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us