Ecologia

Riciclo della carta: come è messa l'Italia?

Italiani, popolo di riciclatori: almeno in fatto di carta e cartone, siamo tra i primi in Europa. Ma molti non ci credono.

Riporre carta e cartone in un contenitore apposito è un gesto ormai entrato nelle nostre abitudini. Ma se vi chiedessero a che punto sta il nostro paese nel riciclo di questi materiali, cosa rispondereste?
Su questo punto la risposta è molto più positiva di quanto molti pensino. Nella produzione e nel riciclo di carta e cartone, l'Italia è seconda solo alla Germania in Europa: nel 2010, la differenziata in questo settore ha raccolto 3 milioni di tonnellate di materiale, secondo i dati forniti da Comieco (Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica).

Nel 2010 è stato recuperato e riciclato il 90% degli imballaggi immesso al consumo. Niente male, considerando che la media europea è del 68,9%. Si può dire, quindi, che dare una seconda vita a carta e cartone è un'attività che ci riesce bene. Eppure, questa eccellenza italiana rimane nascosta ai più. In base a un sondaggio Ipsos per Comieco, 7 italiani su 10 ritengono che il nostro paese si piazzi agli ultimi posti della classifica europea per riciclo di carta e cartone, e il 25% ignora quanta se ne recupera.

Un cestino per la carta... in carta riciclata (guarda)

Un abito d'alta moda in carta riciclata

Ecco allora un po' di numeri : sui 9 milioni di tonnellate di carta e cartone prodotti ogni anno in Italia, più della metà - 5,2 milioni di tonnellate, il 57% del totale - è ricavata utilizzando il macero proveniente dalla raccolta differenziata. Il rapporto carta e macero è questo: per ottenere una tonnellata di carta occorrono circa 1,1 tonnellate di macero. Circa l'85% dei consumi nazionali di carta è utilizzato, quando è ridotto a macero, per ricavare imballaggi. E il settore non conosce crisi: nonostante l'immobilità che ha colpito molte aziende negli ultimi anni, la filiera del riciclo di carta e cartone continua a non risentire della mancanza di materie prime.

«L'elevato impiego di maceri nel settore cartario in un paese come il nostro, storicamente scarso di materie prime, rende la filiera della raccolta-recupero di carta e cartone un comparto strategico per l'industria», afferma Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco. Ma i benefici più importanti sono quelli ambientali: negli ultimi 10 anni, grazie ai piccoli gesti quotidiani di separazione di carta e cartone dagli altri rifiuti, sarebbe stata evitata la formazione di 222 discariche e, nel 2010, si è risparmiata l'emissione di 10,2 milioni di tonnellate di gas serra (rispetto alle emissioni generabili in assenza di riciclo). Per rimanere su cifre più concrete, il riciclo di 1 tonnellata di carta e cartone consente il risparmio di 2 tonnellate di anidride carbonica. Un motivo in più per fare attenzione a dove gettiamo la carta (guarda alcune accortezze su come risparmiare carta in ufficio).

Premi, caffè e buoni spesa: i più originali incentivi al riciclo

Segreti e misteri della raccolta differenziata

30 aprile 2012 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Perché Gesù finì sulla croce? A chi dava fastidio davvero, e di cosa fu accusato? Nella Palestina di duemila anni fa, ricostruiamo il processo che condannò alla più terribile delle pene il predicatore di Nazareth, consegnandolo per sempre alla Storia e, per i credenti, alle braccia del Padre.

ABBONATI A 29,90€

Il cervello è l'organo più complesso da scoprire. Ecco le ultime rivelazioni della scienza. Inoltre: i laboratori bunker dove si manipolano i virus; tornano i supersonici per attraversare la stratosfera; quanto e come si allenano gli atleti delle Olimpiadi.  E ancora sei bugiardo o super bugiardo? Scoprilo con il test. 

ABBONATI A 29,90€
È vero che il mare non è sempre stato blu? La voglia di correre è contagiosa? Perché possiamo essere crudeli con gli altri? Si possono deviare i fulmini? Che cosa fare (e cosa non fare) per piacere di più? Queste e tantissime altre domande e risposte, sempre curiose e divertenti, sul nuovo numero di Focus D&R.
 
ABBONATI A 29,90€
Follow us