Ecologia

Quando riciclo fa rima con sociale, Ricrea premia 'Rebibbia Recicla'

Roma, 7 lug. - (AdnKronos) - Riciclo fa rima con sociale. Lo dimostra l'attività della cooperativa Rebibbia Recicla, formata da un gruppo di detenuti della casa circondariale di Roma, che ha ricevuto uno speciale premio per l’impegno volto al recupero e al riciclo degli imballaggi in acciaio.

Il riconoscimento è stato assegnato da Ricrea, il Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio, nell’ambito di Comuni Ricicloni, l’iniziativa di Legambiente che ogni anno individua in Italia le amministrazioni locali con le migliori performance di raccolta differenziata e di gestione dei rifiuti.

All’interno del penitenziario romano i detenuti della cooperativa, coordinati da un tecnico esterno, si occupano di separare gli imballaggi in acciaio, alluminio e plastica estraendoli dal materiale multileggero raccolto. Grazie a uno speciale impianto di selezione e cernita vengono recuperati e avviati al riciclo barattoli, lattine, bombolette, tappi corona, fusti e scatolette.

Tra i rifiuti trattati figurano anche quelli prodotti direttamente nella casa circondariale: imballaggi a “chilometro zero”, che non escono, cioè, dal carcere. “L’esperimento nel carcere di Rebibbia – commenta Roccandrea Iascone, responsabile comunicazione Ricrea - è un successo non solo dal punto di vista ambientale, ma anche in ottica sociale ai fini del reinserimento occupazionale dei detenuti”.

I lavoratori infatti vengono assunti e possono svolgere la propria attività percependo un regolare stipendio, ma soprattutto acquisendo una formazione sul campo che poi possono spendere sul mercato del lavoro una volta finito di scontare la pena. Rebibbia Recicla opera per conto del Consorzio Rolando Innocenti, azienda specializzata nel settore della raccolta, trasporto e recupero di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, nel bacino est della regione Lazio.

Oltre a Rebibbia Ricicla, Ricrea ha premiato per gli ottimi risultati raggiunti il Comune di Sala Baganza per il Nord Italia e il Comune di Sinnai per il Sud.

“Sono eccellenze come queste, insieme a una sempre migliore efficienza gestionale – prosegue Iascone - che ci hanno consentito di ridurre ulteriormente il contributo ambientale per gli imballaggi in acciaio, che passerà dagli attuali 21 a 13 euro a tonnellata a partire dal 1 ottobre 2015. Un ulteriore segnale di riduzione dei costi per le imprese produttrici e utilizzatrici di imballaggi, che permetterà comunque di garantire il ritiro dei rifiuti urbani di imballaggio sull’intero territorio nazionale e il riconoscimento ai Comuni dei corrispettivi previsti dal nuovo Accordo Quadro Anci-Conai (420 milioni di euro stimati nel 2015)”.

Nel 2014 in Italia sono state avviate al riciclo 335.854 tonnellate di imballaggi in acciaio, sufficienti per realizzare ben 2.239 copie dell’Albero della Vita, icona del Padiglione Italia e simbolo di Expo 2015.

Il tasso di recupero, pari al 74,3% delle quantità immesse a consumo (452.298 tonnellate), conferma il nostro Paese tra i migliori in Europa nell’attività virtuosa di assicurare nuova vita agli imballaggi in acciaio. L'acciaio è il materiale più riciclato in Europa: è facile da differenziare e viene riciclato al 100% e all’infinito senza perdere le proprie intrinseche qualità.

7 luglio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us