Ecologia

Potature del verde urbano, potranno essere usate per produrre energia

Parere positivo dal ministero dell'Ambiente in risposta a una richiesta di chiarimento della Fiper

Roma, 28 mag. - (AdnKronos) - Via libera dal ministero dell'Ambiente alle potature del verde urbano per produrre energia. Così, il legno derivante dalle potature di alberi e piante di parchi e viali, che fino ad oggi è stato considerato un rifiuto con tutti i costi derivanti, potrà trasformarsi in una risorsa per i Comuni e per il Paese. Ad annunciarlo, una lettera della Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento del ministero dell'Ambiente, inviata ieri alla Fiper, la Federazione italiana produttori di energia da fonti rinnovabili.

"Da quattro anni la Fiper combatte una battaglia sulle potature del verde urbano che fino a ieri sono state considerate un rifiuto e come tale dovevano essere smaltite, con un costo notevole per le amministrazioni comunali. Proprio ieri - annuncia all'Adnkronos il presidente della Fiper, Walter Righini - ci è arrivata una lettera dal ministero dell'Ambiente che permette l'utilizzo delle potature del verde urbano ad essere utilizzate come combustibile per produrre energia". La lettera chiarisce infatti che si tratta "di un sottoprodotto e non un rifiuto".

"Questo vuol dire che da costo diventeranno una risorsa - aggiunge Righini - e il Comune invece di spendere dai 5 ai 7 euro al quintale di costo di smaltimento potrebbe recuperare 2-3 euro al quintale conferendolo alle centrali di teleriscaldamento e producendo calore. La forbice mi sembra notevole".

28 maggio 2015 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us