Ecologia

Overshoot Day, esaurito il budget annuale della Terra

Le risorse della Terra finiscono a mezzanotte: in 7 mesi abbiamo esaurito ciò che il Pianeta può generare in un anno, con 6 giorni di anticipo rispetto al 2016.

Lo scorso anno è stato l'8 agosto. Nel 2017, il giorno della vergogna è arrivato prima: è il 2 agosto l'Overshoot Day, la X sul calendario che indica il giorno in cui l'umanità ha esaurito tutte le risorse che il Pianeta aveva "messo a budget" per l'anno intero. In pratica attraverso la pesca sconsiderata, la deforestazione, l'utilizzo d'acqua, l'estrazione di combustibili fossili, le attività agricole, il consumo di territorio per l'allevamento, le attività minerarie e via dicendo, abbiamo finito le risorse che la Terra è capace di rigenerare in un anno - e mancano ancora 5 mesi alla fine di quello in corso.

I pianeti che non abbiamo. In base ai calcoli del Global Footprint Network, l'organizzazione che ha sviluppato questo concetto e la campagna di sensibilizzazione, stiamo consumando e inquinando come se avessimo a disposizione 1,7 Terre. Il 60% della nostra impronta ecologica (la voce che viene messa in relazione alla capacità di produrre risorse del Pianeta) è dato dalle emissioni di CO2 (o meglio, dalla richiesta di natura che possa assorbirle): anche solo dimezzandole, riusciremmo a spostare in avanti la data dell'Overshoot Day solo di 89 giorni, 3 mesi.

Il settore alimentare. La produzione di cibo è responsabile di una fetta importante dei gas serra che emettiamo: il 24% di questi proviene dal settore agricolo. E non bisogna necessariamente essere coltivatori per iniziare ad agire. Fondazione Barilla ha calcolato che lo spreco di cibo produce, da solo, l'immissione in atmosfera di 24,5 milioni di tonnellate di anidride carbonica all'anno, di cui 14,3 milioni dovuti agli sprechi domestici.

Dimezzando lo spreco alimentare, riducendo il consumo di proteine animali e tagliando l'eccesso di calorie nell'alimentazione, fenomeno tipico dei Paesi industrializzati, potremmo abbassare la nostra impronta ecologica del 22%, e posticipare l'Overshoot Day di 42 giorni.

1 agosto 2017 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us