Ambiente

L’olio di cocco è un problema per l’ambiente?

Uno studio molto duro nei confronti di tutte le monocolture sostiene che l'olio di cocco mette a rischio più specie di quanto non faccia l'olio di palma.

L'olio di palma è uno dei grandi protagonisti, in negativo, delle discussioni di questi anni sui cambiamenti climatici e sulla sesta estinzione: anche chi non si interessa granché dell'argomento sa che le coltivazioni di palma da olio (come tutte le monocolture) causano deforestazione e distruzione dell'habitat, e ha imparato che gli oranghi sono in pericolo di estinzione a causa di questo prodotto. Tra le alternative più diffuse e finora considerate "sicure", c'è l'olio di cocco; ora uno studio pubblicato su Current Biology (disponibile in versione pre-print) sostiene che questa alternativa non sia poi così innocua come crediamo, e che anzi mette a rischio più specie di quanto non faccia l'olio di palma.

Un'avvertenza. Prima di parlare dello studio è d'obbligo una considerazione: il primo firmatario è Erik Meijaard, conservazionista dell'università del Kent ma anche responsabile della Oil Palm Task Force dell'IUCN e il cui lavoro viene finanziato in parte dalla Roundtable on Sustainable Palm Oil - in altre parole non serve essere complottisti per pensare che dietro il suo lavoro ci possa essere una qualche forma di conflitto d'interesse, e sarebbe superficiale prendere lo studio per buono senza considerare chi l'ha pubblicato.

Ciò detto, è anche vero che Meijaard, che riassume i risultati dello studio in un articolo sull'autorevole The Conversation, non sostiene che l'olio di palma sia meglio o peggio dell'olio di cocco, ma fa un discorso duro e molto ampio sulla sostenibilità delle monocolture.

Monocolture e biodiversità. Il ragionamento di Meijaard parte da una considerazione legata al suo lavoro sulla percezione pubblica dell'olio di palma e prodotti simili: mentre quello di palma viene considerato "negativo per l'ambiente" da più della metà del campione da lui intervistato, la percentuale si inverte nel caso dell'olio di cocco, che è molto utilizzato non solo dall'industria alimentare ma anche, per esempio, da quella dei cosmetici.

Meijaard spiega che nel mondo la superficie coltivata usata per produrre olio di palma è pari a 20 milioni di ettari, contro i 12,5 dedicati all'olio di cocco, ma che questi ultimi sono concentrati soprattutto sulle isole tropicali, ricchissime di specie che non hanno altri habitat sul pianeta. A conti fatti, afferma Meijaard, è che le specie messe a rischio dalla produzione di olio di cocco sono 20 per ogni milione di tonnellate, mentre l'olio di palma si "ferma" a 3,8: per le caratteristiche dell'ambiente in cui prosperano le colture di cocco, a parità di volume prodotto l'olio di cocco minaccia più specie di quante ne faccia l'olio di palma.

Insomma, se è innegabile che l'olio di palma è un problema, bisogna cominciare a prendere in considerazione anche la sostenibilità dei suoi sostituti.

24 luglio 2020 Gabriele Ferrari
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Ascesa e declino di Sparta, la polis greca che dominò il Peloponneso con la sua incredibile forza militare e un'organizzazione sociale che forgiava soldati e cittadini pronti a tutto. Perché Beethoven cambiò per sempre il mondo della musica; gli esordi dell'Aids, l'epidemia che segnò un'epoca.

ABBONATI A 29,90€
Questo numero di Focus è speciale perchè l'astronauta dell'Esa Luca Parmitano ci ha affiancato per realizzare un giornale dedicato alle frontiere della scienza, dalla caccia agli esopianeti alla lotta contro il coronavirus fino agli organi stampati in 3d. Grazie Luca per i tuoi consigli e suggerimenti!
ABBONATI A 29,90€

Cosa posso comprare nel mondo con un euro? Perché i crackers hanno i buchi? Dove vanno i gatti quando spariscono da casa? Quanto può dormire un batterio? Correre una maratona fa ringiovanire? Con Focus D&R trovi più di 250 risposte rigorosamente scientifiche alle domande più curiose, divertenti e (anche) un po' folli che potresti mai immaginare.

 

 

ABBONATI A 14,90€
Follow us