Ecologia

Obiettivi di Sostenibilità, le Nazioni Unite li fissano al 2030 ma siamo tutti in ritardo

secondo la previsione solo i Paesi Ocse riusciranno a centrarne gran parte

Roma, 6 giu. - (AdnKronos) - Debellare fame e povertà, disporre di acqua pulita e a sufficienza per tutti, pace, giustizia e istituzioni solide e così via per 17 punti, tanti sono gli obiettivi di sostenibilità fissati per il 2030 dalle Nazioni Unite. Ma a che punto sono i Paesi chiamati a dare il loro contributo per il raggiungimento di queste mete? E soprattutto, c'è qualcuno già pronto ad affrontare la scadenza? La risposta, poco rassicurante, è no.

Secondo il modello previsionale messo a punto da Dnv Gl e contenuto nel rapporto “The Future of spaceship earth”, in assenza di interventi straordinari in nessuna regione gli obiettivi verranno completamente raggiunti. Solo i Paesi Ocse riusciranno a centrarne gran parte: benessere ed educazione, ad esempio, saranno ancora prerogativa solo di una parte della popolazione mondiale, così come la possibilità di poter contare su infrastrutture e innovazioni o su città sostenibili.

Chiarito che nessun obiettivo sarà completamente raggiunto al 2030, lo studio evidenzia anche quelli che proprio non hanno alcuna chance di essere realizzati in nessuna area del mondo. Dagli Stati Uniti alla Cina, dai Paesi Ocse ai Brise ma anche nel resto del pianeta, sono il contrasto ai cambiamenti climatici e la riduzione delle diseguaglianze gli obiettivi che secondo lo studio è "improbabile" che vengano raggiunti.

Lo studio va oltre il 2030 e traccia anche un quadro del mondo al 2050. Saremo 8,5 miliardi di persone e il Pil mondiale raddoppierà, nonostante un marcato rallentamento, quasi uno stop, nelle aree più sviluppate. Dopo una crescita considerevole per i prossimi 15 anni, i consumi energetici si stabilizzeranno: per metà potremo contare su energie rinnovabili, mentre per l’altra metà dipenderemo ancora dai combustibili fossili.

Ciò porterà a un aumento di circa 1,8°C della temperatura terrestre intorno al 2050, per poi aumentare di 2,5°C nei decenni immediatamente successivi. Dal punto ambientale si andrà incontro a un quadro di deterioramento, che progredirà a ritmi meno rapidi, ma con uno sfruttamento delle risorse che continuerà ad andare ben al di là delle capacità del globo.

6 giugno 2016 ADNKronos
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us